Calcioscommesse, nuova inchiesta a Catania: truccate cinque gare di Serie A nel 2014

Calcioscommesse, nuova inchiesta a Catania: truccate cinque gare di Serie A nel 2014
Calcioscommesse, nuova inchiesta a Catania: truccate cinque gare di Serie A nel 2014

Quattro anni fa il calcio italiano fu scosso dall’inchiesta sul calcioscommesse denominata “Treni del gol”. Ne pagarono le conseguenze il Catania e l’allora presidente Antonino Pulvirenti. Ora, secondo quanto riporta Fanpage, si è aperto un altro filone di questa inchiesta, e che ha portato alla luce altre partite truccate, tra le quali cinque di Serie A.

Calcioscommesse, nuova inchiesta: nel mirino anche partite di Serie A

Nel mirino degli inquirenti ci sono cinque partite della stagione 2013/14 di Serie A. Gare truccate a vantaggio di gruppi di scommettitori organizzati. Queste le rivelazioni più scottanti dell’inchiesta, condotta dalla procura di Catania. Il  procedimento è giunto alla conclusione delle indagini preliminari e si appresta a passare all’esame del Gip. Le partite di Serie A coinvolte, secondo Fanpage, risalgono tutte tra aprile e maggio del 2014. Sono Sampdoria-Chievo, Catania-Atalanta, Parma-Livorno, Napoli-Verona e Udinese-Sampdoria. Nel mirino anche partite di Serie B. Avellino-Reggina, Crotone-Trapani, Brescia-Juve Stabia (giocate tra il 24 e il 25 maggio 2014), Catania-Perugia e Cittadella-Trapani del 31 gennaio 2015. Le contestazioni coinvolgono principalmente il Catania e l’ex presidente Pulvirenti, che dopo la prima inchiesta fu sospeso per 5 anni. Nel nuovo filone ci sono altri undici indagati, tra i quali Giovanni Luca Impellizzeri, Antonio Ricci, lo stesso Pulvirenti, l’ex difensore del Catania Christian Terlizzi.

Leggi anche – Calcioscommesse Serie C: tre arresti. Truccavano le partite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *