Milan, Teocoli, ESCLUSIVO: “Sogno Klopp. Via Donnarumma, Ibrahimovic non serve”

Teo Teocoli (Getty Images)
Teo Teocoli (Getty Images)

Il Milan tra presente e futuro: Pioli, mercato, Donnarumma e Ibrahimovic. Questi alcuni temi contenuti nell’intervista rilasciata in ESCLUSIVA a CalcioToday.it da Teo Teocoli, attore comico, imitatore e noto tifoso del Diavolo

Reduce da quattro risultati utili consecutivi, la squadra rossonera sta risalendo posizioni. Teocoli spera: “C’è un piccola rinascita. Con il ritorno di Conti e Bonaventura secondo me il Milan è cresciuto e spero possa arrivare in Europa League, non credo oltre. Pioli è bravo, ma serve un grande allenatore. Se dipendesse da me prenderei Klopp, un vincente che mette allegria, crea empatia con i giocatori e i tifosi”. L’attore poi parla della dirigenza, in particolare di Maldini e Boban: “Sono arrivati in un club in difficoltà e non hanno tanti mezzi economici a disposizione. Il loro raggio d’azione è limitato, anche se sono due ottimi biglietti da visita”. In chiave mercato, il comico nato a Taranto ha le idee chiare: “A gennaio venderei Donnarumma e con i soldi incassati prenderei 2/3 giocatori. Mi dispiacerebbe, ma farei questo sacrificio per pianificare il futuro”.

LEGGI ANCHEHaaland più lontano dall’Italia: è volato in Inghilterra. Sorpasso su Milan e Juventus

LEGGI ANCHECalciomercato Milan, Todibo è cedibile. Il Barcellona fissa il prezzo

Milan, ESCLUSIVO Teocoli su Ibrahimovic, Ancelotti e Gattuso

Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Inevitabile il discorso sul possibile ritorno del 38enne attaccante svedese. Questo il pensiero di Teocoli: “Io per Ibrahimovic impazzisco, ma in questa situazione non serve a niente. Può restare sei mesi, ma poi va via. Sarebbe un’operazione tampone, peraltro costosa”. Il comico poi dice la sua sull’arrivo di Gattuso al Napoli, al posto di Ancelotti: “Sono due ex rossoneri ai quali sono affezionato. Carlo ha pagato anche una situazione difficile per quello che è accaduto tra i giocatori e il Presidente. E in questo senso Rino si è preso un grande rischio. Lui è giovane, alla seconda esperienza importante, non troverà terreno facile”. Ma qual è l’imitazione cui è più affezionato Teocoli? “Senza dubbio il grande Cesare Maldini”.

Q.G. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Inter, Conte amaro per le assenze: “Obiettivo finire l’anno in testa con la Juventus”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *