Bundesliga, risultati 21 dicembre: il Bayern Monaco all’ultimo respiro, Schick fa volare il Lipsia

Bundesliga, risultati 21 dicembre: il Bayern Monaco all'ultimo respiro, Schick fa volare il Lipsia
Bundesliga, risultati 21 dicembre: il Bayern Monaco all’ultimo respiro, Schick fa volare il Lipsia

Due gol negli ultimi cinque minuti, di Zirkzee e Gnabry, valgono il 2-0 del Bayern Monaco sul Wolfsburg. I bavaresi restano a quattro punti dal Lipsia capolista, che vince in rimonta contro l’Augsburg: decide Schick.

Vincono Bayern e Lipsia

Il Bayern, in formazione iper-offensiva con Alaba quarto austriaco a raggiungere le 250 presenze in Bundesliga, supera il Wolfsburg solo nel finale.

La squadra di Flick crea due grossi pericoli nel primo tempo ma né Perisic di testa (13′) né Kimmich dal limite (38′) trovano la porta. Il Bayern insiste, al 54′ Casteels salva su Coutinho. Nel finale, l’ondata del Bayern rompe la difesa avversaria. All’85’ Zirkzee piazza il rasoterra vincente, all’89’ raddoppia Gnabry su assist di Lewandowski.

Il Lipsia soffre per un tempo, ma piega in rimonta l’Augsburg che passa dopo 8′. Niederlechner, primo giocatore dell’Augsburg a partecipare a 14 fra reti (fra gol e assist) nelle prime 17 giornate in Bundesliga, raccoglie un cross di Richter, conclude e mette in salita il match. Il Red Bull Lipsia stavolta non mette le ali almeno fino all’intervallo, a parte un tentativo di Schick intercettato da Uduokhai. Diverso lo scenario del secondo tempo, illuminato dal pareggio di Kramer. Nel finale, Schick spinge il Lipsia a 37 punti, quattro in più del Bayern Monaco. A tempo scaduto Werner aggira il portiere e appoggia il pallone del 3-1 a Poulsen

Bundesliga, le altre partite

Il Werder Brema, in crisi nerissima, è l’unica squadra in tutti i primi cinque campionati europei, ad aver subito almeno in gol in tutte le partite di campionato. La serie continua a Colonia che passa al minuto 39 grazie a Cordoba, bravo a valorizzare l’appoggio di Drexler.

Pareggio thrilling a Gelsenkirchen. Lo Schalke 04 passa in vantaggio al 27′ con Serdar, svelto ad arrivare su una ribattuta. Nella ripresa però si accendono gli ospiti. Al 54′ pareggia Petersen, che diventa il miglior marcatore nella storia del Friburgo con 83 reti, un primato condiviso con l’attuale ct della nazionale tedesca Joachim Low. Al 67′ Grifo su rigore completa la rimonta. Ma Kutucu, con un gran tiro di prima, firma il 2-2 finale che permette allo Schalke di agganciare il Borussia Dortmund, quarto con 30 punti in 17 partite.

Il Bayer Levekusen vince, in dieci, contro il Mainz in una partita con due gol annullati, uno per parte. Wendell che lascia le “aspirine” in dieci negli ultimi 20 minuti. Ma al 90′ Volland serve una gran palla per Alario che si regala un gol da tre punti.

Leggi anche – Sané può tornare in Bundesliga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *