Libri sul calcio, i consigli su cosa leggere durante le feste

Libri sul calcio, i consigli su cosa leggere durante le feste
Libri sul calcio, i consigli su cosa leggere durante le feste

Natale è l’occasione ideale per regalarsi o regalare libri. Per concedersi il tempo di appassionarsi alle grandi storie. Anche a quelle del calcio.

Cristiano Ronaldo. Storia intima di un fenomeno globale

Della nostra storia parla Fabrizio Gabrielli, vicedirettore dell’Ultimo Uomo, che per 66thand2nd ha pubblicato “Cristiano Ronaldo. Storia intima di un fenomeno globale”. Non una biografia, non un instant book, ma un libro sul fenomeno CR7 e sul nostro rapporto con un campione brand che di sé mostra tanto e racconta poco. La narrazione che ci ha fornito di sé, ha spiegato l’autore a Esquire, “non ha niente di romantico, niente di passatistico, niente di ciò che storicamente associamo all’epica del calcio. L’immagine di Ronaldo si muove su un piano diverso da, per dire, quella di Maradona, o di Cantona. Non è tradizionale”. Un libro non tradizionale la racconta bene.

Tutti i colori di Sarri e della Juventus

Facile l’associazione tra Cristiano Ronaldo, che ha gettato via la medaglia d’argento dopo la sconfitta in Supercoppa, e Maurizio Sarri. Non solo per la polemica dopo la sostituzione durante Juventus-Milan. Per comprendere il rapporto tra i due, può aiutare “Sarri. Il rosso, l’azzurro, il bianconero” che Andrea Cocchi, giornalista Mediaset, ha pubblicato per le Edizioni inContropiede (per lo stesso editore è altrettanto interessante “Non era champagne“, il racconto di Enzo D’Orsi sulla fallimentare esperienza di Gigi Maifredi in bianconero).

Cocchi racconta tutta la scalata di Sarri dalla seconda categoria alla Serie A, delinea il suo pensiero attraverso le tattiche, gli schemi, l’interpretazione delle situazioni di gioco, lo stile in panchina.

La Juventus, squadra più amata e odiata d’Italia, incrocia la storia del Novecento. Due storici contemporanei con la passione per i colori bianconeri, Aldo Agosti e Giovanni De Luna, la rileggono mettendo in evidenza i differenti livelli, i legami con i passaggi cruciali della vita del nostro Paese, in “Juventus. Storia di una passione italiana” (Utet). La costruzione dello stile Juventus, l’evoluzione del modello imprenditoriale e del rapporto con il potere e la società italiana diventano una lente curiosa per una lettura rigorosa di un capitolo decisivo della nostra storia comune.

Il romanzo di Italia-Brasile

La storia d’Italia passa anche attraverso momenti di grande attaccamento condiviso. In fondo, come cantava Giorgio Gaber, “il grido ‘Italia! Italia!’ è solo alle partite”. Di una partita, o forse “della” partita, ha scritto Giorgio Trellini. Il suo monumentale volume, che segna un’evoluzione nella scrittura sportiva pur con qualche concessione di troppo all’eccesso di ricostruzione contestuale soprattutto nella prima parte, si intitola proprio così: “La partita“. Il sottotitolo spiega tutto, “Il romanzo di Italia-Brasile“. Quell’Italia-Brasile: Mondiali ’82, la tripletta di Rossi e Zoff che all’ultimo tiene la palla sulla linea. Notevole come Trellini abbia dato una sfumatura nuova a un evento raccontato e rivisto. Leggerlo ci fa capire che sappiamo poco di una partita di cui crediamo di conoscere tutto o quasi.

Figurine che passione

Sono tanti i punti di vista da cui guardare al calcio. Lorenzo Longhi ha scelto di raccontarlo a quattro mani con il modenese Gianni Bellini, maggior collezionista al mondo di album e figurine. Il libro, “500 ‘figu’ per un Bordon” (Urbone Publishing) rievoca una passione per bambini cresciuti e non. Una passione sconfinata che ha portato Bellini anche in tv, nei programmi di Mike Buongiorno e Fabrizio Frizzi.

Gli eroi e le storie del calcio inglese

Ricco di aneddoti e di storie affascinanti è anche “Mavericks & Cult Heroes del calcio britannico” di Remo Gandolfi (Urbone publishing). E’ una raccolta di 27 biografie di calciatori che hanno in qualche modo lasciato il segno in Gran Bretagna negli ultimi 50 anni. Un’antologia che non contiene i soliti noti, ma calciatori che hanno saputo appassionare e interpretare lo spirito antico ed epico del calcio britannico.

Lo spirito si è un po’ perso, dicono i nostalgici, da quando la Premier League è diventata il palcoscenico delle stelle. Nicola Roggero, apprezzato telecronista di Sky, nelle 335 pagine di “Premier League. Il racconto epico del calcio più entusiasmante di tutti i tempi” (Rizzoli) scivola lungo tutta la storia del calcio britannico, dagli anni Venti ai Busby Babes, dal ribelle Clough al “Tinkerman” Ranieri.

Le ragazze del Mondiale

Infine, c’è spazio anche per il calcio femminile. Nel suo libro “Non pettinavamo mica le bambole” (Baldini+Castoldi), il giornalista Sky Alessandro Alciato racconta le ragazze della nazionale protagoniste all’ultimo Mondiale di Francia. “Il calcio femminile c’è, c’è sempre stato e riceve finalmente quel riconoscimento che tanto cercava da anni e che merita in tutti i sensi” scrive Gianni Infantino, presidente della Fifa, nella prefazione. Il Mondiale di Francia ha regalato all’Italia una prospettiva diversa. Tutta da leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *