Juventus, Cagni, ESCLUSIVO: “Sarri schiavo del risultato. Ronaldo condiziona”

Ronaldo Sarri (Getty Images)
Ronaldo Sarri (Getty Images)

Delusione in casa Juventus, sconfitta dalla Lazio nella finale di Supercoppa italiana. Sarri è finito nel mirino dei tifosi bianconeri per mancanza di gioco e di risultati. Di questo, di Sarri, Ronaldo, Inzagi e Conte ha parlato in ESCLUSIVA a CalcioToday.it Gigi Cagni, ex tecnico di diverse squadre, attualmente libero

Nel giro di due settimane, Juventus battuta per la seconda volta dalla Lazio dopo la gara di campionato. Inquadra così il momento dei bianconeri Cagni: “C’è qualcosa che non va nella Juve, ma non da oggi. Non sta avvenendo quello che tutti speravano. Non credevo che Sarri avesse bisogno di tutto questo tempo per trasmettere le sue idee ai calciatori, peraltro diversi campioni”. L’allenatore bresciano poi aggiunge: “La filosofia è una sola quando sei alla Juve, devi vincere, come ha fatto Allegri, senza badare all’estetica. Del bel gioco non interessa. Lui non è esperto e ha bisogno di tempo”. Capitolo Ronaldo, chiara l’idea di Cagni: “Il portoghese pesa molto nello spogliatoio perché comunque è un fuoriclasse. Gestirlo in questa situazione non è facile. Lui ha obiettivi personali e influisce tantissimo. Anche in questo caso deve essere bravo Sarri”.

LEGGI ANCHEJuventus, Pjanic critica Sarri: il suo messaggio dopo la partita

LEGGI ANCHEJuventus, Sarri sotto accusa. Social scatenati contro il tecnico bianconero

Lazio e Inter, ESCLUSIVO Cagni su Inzaghi, scudetto e Conte

Simone Inzaghi (Getty Images)
Simone Inzaghi (Getty Images)

Supercoppa italiana a parte, in campionato la Lazio è seconda in classifica, a -6 dalla coppia di testa Juventus-Inter, ma con una gara da recuperare. Cagni elogia il lavoro di Inzaghi: “Simone ha dimostrato sul campo di saper gestire le situazioni tattiche e lo spogliatoio. Del resto sono tanti anni che vive in questo ambiente, prima da giocatore ora dalla panchina”. Lazio da scudetto? Ecco il pensiero dell’allenatore lombardo: “I biancocelesti sono una grande squadra. Inoltre non hanno più l’impegno europeo e questo è un vantaggio”. Infine su Conte e le possibilità di conquistare il titolo: “Per Conte parla il suo curriculum, è un vincente. Se a gennaio l’Inter acquista qualche giocatore lotterà fino alla fine per lo scudetto”.

LEGGI ANCHE – Lazio, alba coi tifosi in festa all’aeroporto per la Supercoppa VIDEO

LEGGI ANCHE – Calciomercato Inter, Vidal dal Cile frena. Marotta può convincerlo

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *