Barcellona, è ufficiale: Valverde esonerato. Quique Setien nuovo allenatore

arcellona, Valverde: esonero vicino. Ecco chi può sostituirlo
arcellona, Valverde: esonero vicino. Ecco chi può sostituirlo

Ernesto Valverde non è più l’allenatore del Barcellona. Il tecnico è stato sollevato dall’incarico dalla giunta direttiva del club catalano. Al suo posto scelto Quique Setien che ha firmato un contratto fino al 2022.

La gestione di Ernesto Valverde al Barcellona è terminata. La società blaugrana si è riunita oggi per decidere il suo esonero. Valverde ha lasciato la sede del club dopo l’allenamento, senza rilasciare dichiarazioni mentre l’ufficio legale avrebbe già contattato il suo entourage per iniziare a negoziare la risoluzione del contratto, in scadenza a giugno, che prevedeva un’opzione di rinnovo fino al 2021.

I numeri di Valverde al Barcellona

Valverde lascia dopo aver conquistato due volte la Liga, una Copa del Rey e una Supercoppa. Ha ottenuto 97 vittorie in 145 partite, con 32 pareggi e 16 sconfitte. Durante la sua gestione, il Barcellona ha segnato 339 gol e ne ha incassati 128.

Il tecnico ha perso cinque partite in campionato nelle sue prime due stagioni. Arrivato nel 2017, ha allungato la striscia di 43 gare senza sconfitte in campionato dei blaugrana iniziata con le 7 di Luis Enrique. Valverde ne ha aggiunte 36 prima del 5-1 contro il Levante del maggio 2018. Secondo AS, da quando guida i campioni di Spagna, il Barcellona ha mantenuto la testa della classifica per l’85% delle giornate.

Tuttavia, paga l’effetto delle due clamorose rimonte subite in Champions League, nei quarti del 2018 contro la Roma e nella semifinale dell’ultima edizione contro il Liverpool. La sconfitta in Supercoppa contro l’Atletico Madrid ha segnato il suo destino.

La pista Pochettino

I vertici della società hanno riportato l’indisponibilità di Xavi a firmare ora, e questo avrebbe fatto salire le quotazioni di Mauricio Pochettino, il tecnico argentino che l’anno scorso ha portato il Tottenham in finale di Champions League, il punto più alto nella storia del club. Il presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, ha un ottimo rapporto con Pochettino, scrive il Mundo Deportivo. Anche se già viene tirata in ballo una sua frase di un paio di stagioni fa. “Non allenerò mai il Barcellona e l’Arsenal perché sono molto legato all’Espanyol e al Tottenham – diceva -. Sono cresciuto al Newell’s Old Boys e non guiderò mai il Rosario Central. Preferisco lavorare nella mia fattoria in Argentina anziché allenare certi club”.

Allegri tra le alternative

Se Pochettino dovesse ancora preferire la sua fattoria, la dirigenza del Barcellona avrebbe individuato altre opzioni, una di queste riguarderebbe Massimiliano Allegri che potrebbe dunque finire sulla panchina della squadra forse meno “risultatista” d’Europa. E sarebbe certamente una bella sfida anche per la sua filosofia di gioco.

Tentazioni Milito e Setién

Vagliato anche Gabi Milito, oggi all’ Estudiantes, e Quique Setién, esonerato l’estate scorsa dal Betis Siviglia nonostante avesse un altro anno di contratto e soprattutto nonostante le vittorie ottenute al Camp Nou contro il Barcellona, un memorabile 4-3 in cui i biancoverdi hanno vanificato la doppietta di Messi, e al Bernabeu sul Real Madrid nell’ultima edizione della Liga.

Proprio al termine del successo contro le merengues, con i gol Lorenzo Morin Garcia e Jesé nel secondo tempo, gli è stato comunicato l’esonero. Fatale il decimo posto in campionato a pari merito con l’Alaves.

Setién ama far giocare le sue squadre dal basso, ed è sicuramente un aspetto in piena sintonia con la recente tradizione dei blaugrana, che hanno cambiato paradigma all’inizio degli anni Novanta con il ritorno di Johann Cruijff. Ma il suo Betis, al di là di queste caratteristiche, si è rivelata una squadra comunque poco equilibrata e questo ha indubbiamente influito sui risultati e sulla carriera del 62enne che in passato ha ottenuto una promozione in Liga con il Racing Santander.

Infine, ci sarebbe un’ultima possibilità, la promozione di Francisco Javier Garcia Pimienta, l’allenatore del Barcellona B, come traghettatore in prima squadra e aspettare la fine della stagione per iniziare il nuovo progetto tecnico.

Leggi anche – Allegri offerto al Barcellona. Situazione in evoluzione. Le ultime

Leggi anche – Barcellona, dopo il No di Xavi, c’è l’ipotesi Garcia Pimienta

Leggi anche – Barcellona, Valverde può essere esonerato oggi. C’è il via libera. La situazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *