FA Cup: il baby Liverpool fermato dallo Shrewsbury, i due Manchester a valanga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:18
FA Cup: il baby Liverpool fermato dallo Shrewsbury, i due Manchester a valanga
FA Cup: il baby Liverpool fermato dallo Shrewsbury, i due Manchester a valanga

Il Manchester City dilaga contro il Fulham nel quarto turno di FA Cup. Con il 4-0 all’Etihad, raggiunge quota 100 gol in tutte le competizioni per la settima stagione di fila. Sorride anche il Manchester United, che passa 6-0 in casa del Tranmere, mentre il Liverpool, pieno di giovani e riserve, si fa rimontare contro lo Shrewsbury e pareggia 2-2.

La rimonta subita dal Liverpool

Il Liverpool scende in campo con una formazione di giovani e riserve sul campo del Shrewsbury, squadra di terza serie inglese. Le scelte di Klopp pagano nel primo tempo, chiuso avanti 1-0 dai Reds grazie al vantaggio del classe 2001 Jones, decisivo anche nello scorso turno contro l’Everton. La partita viene controllata dai campioni d’Europa, che a inizio ripresa si portano anche sul 2-0 complice l’autogol di Love.

Sul doppio vantaggio la qualificazione sembra una formalità, ma le sorprese sono dietro l’angolo. Il Liverpool infatti abbassa la pressione e ritmi di gioco, causando un calcio di rigore per il fallo di Larouci. Al 65′ l’occasione viene trasformata da Cummings che riapre la sfida e addirittura dieci minuti dopo trova la doppietta e il clamoroso 2-2. A un quarto d’ora dalla fine Klopp corre ai ripari, inserendo Salah e Firmino ma è troppo tardi perché lo Shrewsbury resiste fino alla fine e scrive una pagina di storia, forzando al replay la regina della Premier League.

La festa del Manchester City

La missione del Fulham si fa impossibile già dopo 6 minuti, dopo il fallo del portiere Tim Ream per fallo in area su Gabriel Jesus. Il rigore è netto, e lo sa anche Ream che riceve il primo cartellino rosso nelle sue 306 presenze nel calcio inglese. Dal dischetto trasforma Ilkay Gundogan, al primo gol in FA Cup all’Etihad, dopo sette assist in cinque partite interne nella manifestazione.

Raddoppia il City al 19′, con un’azione da manuale. Angelino mette in mezzo da sinistra, David Silva controlla bene e serve Phil Foden che fa scorrere al limite per Bernardo Silva: la sua conclusione è eccellente, il Manchester City diventa la prima squadra a segnare 100 gol nei principali campionati europei. Poi si limita poi a un lungo esercizio di possesso palla.

Al 72′, matura anche la terza rete. Segna Gabriel Jesus, che può esultare dopo la review al VAR per un suo supposto tocco di mano nel controllo sul cross di Cancelo. Ci prende gusto Jesus, che firma anche il 4-0.

La goleada del Manchester United

Su un campo in pessime condizioni, con il tecnico Solskjaer a rischio esonero, il Manchester United passeggia in casa del Tranmere, rientrata solo lo scorso maggio nei campionati professionistici inglesi. Apre Maguire, al suo primo gol con i Red Devils. Festeggia la sua prima volta anche Dalot tre minuti dopo, bravo a smarcarsi sul cross di Martial. Lo stesso Maguire ispira al 16′ Lingard, che non segnava dal 2018. Il Tranmere, capace di rimontare da 0-3 a 3-3 contro il Watford, stavolta affonda.

Phil Jones al 41′ stacca di testa su corner di Pereira e arriva all’intervallo sul 4-0. I Red Devils, che non segnavano quattro gol nel primo tempo in trasferta dal dicembre 2012 contro il Reading, allunga ancora grazie a Martial. All’intervallo è 5-0, lo stesso punteggio dell’unico confronto diretto in Coppa di Lega nel 1976. Il game, set e match matura al 56′ con il rigore di Greenwood. Non si vedevano sei gol con sei marcatori diversi in una partita per il Manchester United dal 10-1 contro il Wolves del 1892.

Leggi anche – Premier League: Manchester City, sei gol all’Aston Villa. Aguero da record: superato Henry