De Rossi: dal futuro alla Roma, il rapporto con Totti. E sulla Nazionale…

Parla De Rossi: dal futuro alla Roma e il rapporto con Totti. E sulla Nazionale...
Parla De Rossi: dal futuro alla Roma e il rapporto con Totti. E sulla Nazionale…

Dopo il suo addio al calcio giocato Daniele De Rossi era rimasto in silenzio. Dubbi sul suo futuro, che l’ex centrocampista e capitano della Roma ha provato dipanare in un’intervista a GQ, nella quale ha svelato anche molti retroscena. “Io infelice al Boca? Non è vero. Non c’è stato un giorno in cui non mi sia sentito felice, al Boca. Quelli dell’addio a Buenos Aires sono stati giorni più tristi, ma la vera mazzata è arrivata a Trigoria, uscendo dalla mia camera per andare al bus sono stato male, e lì mi è sembrato di tremare. E’ stato in quel momento che mi sono sentito prossimo al ritiro. Devastante. Di offerte per continuare a giocare in Serie A ne avevo tante, ma non ho voluto aggiungere un’altra maglia italiana a quella della Roma, mi pareva di buttare una storia bellissima. Volevo giocare ancora con il Boca, ma ho 36 anni, il fisico è provato, di soldi non ne ho bisogno”.

De Rossi e il retroscena sul futuro alla Roma e il rapporto con Totti

CON TOTTI“Sì, ci è capitato di non parlarci per un mese, ma abbiamo giocato 20 anni assieme e ci siamo frequentati. E’ vero, abbiamo anche litigato, ma è sempre finita a risate. Un rapporto vero. Il suo addio è stato un incubo, non ho passato bene quel periodo”.

FUTURO IN NAZIONALE“Non so cosa succederà, ma ho un rapporto con Mancini eccellente. Ci sono stati discorsi fatti tempo fa, una porta penso sia socchiusa”.

LA ROMA“Ho rapporti con la società, nel settore giovanile c’è mio padre. Voglio fare un corso di allenatore per allenare in Terza Categoria o in Primavera, vedremo. Non è vero che sono stato contattato dalla nuova dirigenza della Roma, è stata solo una tempistica casuale. Non aspetto un nuovo proprietario perché voglio tornare a Trigoria su un cavallo bianco”.

ALLENATORE“Mi piacerebbe, ma devi dimostrarlo di saperlo fare. Se perdi tre partite di fila la gente dimentica chi eri. Di certo non voglio creare problemi a Fonseca. I modelli sono Luis Enrique e Antonio Conte”.

Leggi anche – Roma, De Rossi in curva sud a vedere il derby. Il travestimento | VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *