Coronavirus, i tifosi del Ludogorets attaccano la UEFA: contro l’Inter, meglio il campo neutro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23
Coronavirus, i tifosi del Ludogorets attaccano la UEFA: meglio sfidare l'Inter in campo neutro
Coronavirus, i tifosi del Ludogorets attaccano la UEFA: meglio sfidare l’Inter in campo neutro

Il rischio di contagio da coronavirus preoccupa i tifosi del Ludogorets. I bulgari saranno impegnati giovedì in casa dell’Inter, e la Lombardia è una delle sei regioni interessate dalle ordinanze che vietano le attività sportive. Peraltro, proprio Inter-Sampdoria di domenica sera è una delle quattro partite non disputate nell’ultimo turno di Serie A.

Le reazioni dei tifosi del Ludogorets

Il club bulgaro aggiorna quotidianamente i suoi tifosi sugli sviluppi della vicenda. I sostenitori, comunque, sono preoccupati. “Non è rischioso mandare i giocatori lì? Non è un normale virus“, scrive uno di loro. Alcuni si chiedono se la squadra dovrà essere messa in quarantena al ritorno da Milano, molti scrivono che sarebbe stato meglio giocare in campo neutro per evitare rischi.

Il club, si legge in una nota, “ha preso tutte le misure preventive per il viaggio a Milano e la partita con l’Inter. Seguirà rigorosamente le istruzioni e i consigli delle autorità mediche al fine di proteggere il più possibile tutti i membri della delegazione. La squadra arriverà a Milano con un volo charter e tornerà in Bulgaria subito dopo la partita atterrando a Sofia alle 4 di mattina di venerdì“.

Leggi anche – Inter-Ludogorets a porte chiuse: le modalità per il rimborso. Comunicato ufficiale