Lorenzo Sanz, morto l’ex presidente del Real Madrid: il Coronavirus causa del decesso

Morto Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid
Morto Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid

Il Coronavirus registra un’altra vittima, ci ha lasciato l’ex presidente del Real Madrid Lorenzo Sanz. Aveva 76 anni. Lutto in casa dei Blancos ma anche nel mondo del calcio in generale che sta riscontrando non poche complicazioni a causa di quest’emergenza. Sanz, dopo aver contratto il virus, si era aggravato. Al punto da dover essere ricoverato in terapia intensiva. Oggi si piange l’ennesima vittima di questo contagio, ma in particolare un uomo amante del calcio, volitivo e lungimirante.

Deceduto l’ex presidente del Real Madrid Lorenzo Sanz, positivo al Coronavirus

Deceduto Lorenzo Sanz, positivo al Coronavirus
Deceduto Lorenzo Sanz, positivo al Coronavirus

Sanz, patron delle Merengues dal 95 al 2000 portò a Madrid una Coppa dei Campioni – la numero sette – soffiata alla Juventus di Marcello Lippi. Nel suo personale palmares anche un campionato conquistato: in panchina c’era Fabio Capello e in campo Christian Panucci, gli anni al Bernabeu valsero al difensore il soprannome de “El Grinta”. Capello e Panucci si ritrovarono, successivamente, anche in Serie A con la Roma.

Restando in tema di Coppe Campioni, o Champions League che dirsi voglia, Sanz ne conquistò un’altra nel 2000 dopo quella contro i bianconeri. Inoltre una Liga, una Coppa di Spagna e una Coppa Intercontinentale. Dopo Sanz, al Real Madrid, arrivò Perez e iniziò l’era dei Galacticos con l’approdo alle Merengues di Luis Figo. Dopo l’esperienza con il Real, nel 2006 Sanz acquistò il Malaga – dopo aver tentato di acquisire il Parma – e rimase alla guida del club fino al 2010 che lasciò poi allo sceicco Abdullah Al Tani. Un altro uomo di sport e finanza se ne va, dopo aver vissuto una vita piena all’insegna delle proprie passioni.

Leggi anche –> Paolo Maldini positivo al Coronavirus, è in buone condizioni