Spagna, l’iniziativa della federcalcio: 500 milioni di aiuti alle squadre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:58
Spagna, l'iniziativa della federcalcio: 500 milioni di aiuti alle squadre
Spagna, l’iniziativa della federcalcio: 500 milioni di aiuti alle squadre

L’Europa del calcio inizia a confrontarsi con lo scenario peggiore, ovvero l’eventuale impossibilità di concludere i campionati. Anche se la UEFA quasi certamente consentirà di giocare anche oltre il 30 giugno. Il rebus che riguarda i contratti dei calciatori resta il nodo cruciale. A questo proposito in Germania, dove pure resiste l’ottimismo di chi ritiene si possa riprendere a metà maggio, Bayern Monaco e Borussia Dortmund hanno già incassato il sì dei giocatori a una riduzione degli ingaggi.

Una misura a cui starebbero pensando anche PSG e Barcellona. Intanto, in Spagna si muove anche la Federcalcio (RFET). Il presidente Luis Rubiales ha deciso di mettere a disposizione dei club una “linea di finanziamentodi 500 milioni di euro.

Spagna, l'iniziativa della federcalcio: 500 milioni di aiuti alle squadre
Spagna, l’iniziativa della federcalcio: 500 milioni di aiuti alle squadre

Gli aiuti della Federcalcio alle squadre

Il calcio conta poco di fronte a ciò che sta succedendo, ma dobbiamo darci tutti una mano” ha detto Rubiales nel presentare la linea di finanziamento, a disposizione di tutti i club di prima e seconda divisione che potranno avere fino a 20 milioni a testa, rimborsabili in cinque-sei anni. “Cercheremo di trovare soluzioni assieme alla Liga, è il momento di unire le forze. Se la stagione non viene portata a termine, i club non riceveranno per intero la parte che spetta a ognuno dei diritti televisivi” ha aggiunto. Previsti anche prestiti per le serie inferiori e per il calcio a cinque, che in Spagna ha un grande seguito.

Rubiales ha sottolineato l’importanza di concludere i campionati, ma senza forzare i tempi per la ripresa del gioco. E ha spiegato che “l’albergo di proprietà della federazione è a disposizione delle autorità per ciò che vorranno farne: ospedale, punto di soggiorno per i medici, qualunque cosa“.

Leggi anche – Coronavirus, ESCLUSIVO Avv. Afeltra: “Giocatori obbligati ad allenarsi. Taglio degli stipendi ecco la legge. Su Pjanic e Khedira…”