Serie A, la UEFA avverte: senza ripresa a rischio le italiane nelle Coppe

La ripresa del calcio in Italia sembra più lontana. La posizione del Governo sulla ripartenza della Serie A (quarantena obbligatoria in caso di positivi) non piace alla Uefa, che già in passato aveva avvisato di possibili esclusioni dalle coppe

Serie A, la UEFA avverte: senza ripresa a rischio le italiane nelle Coppe
Serie A, la UEFA avverte: senza ripresa a rischio le italiane nelle Coppe (Getty Images)

I segnali sulla ripresa della Serie A si fanno sempre più negativi. La richiesta del Comitato Tecnico Scientifico alla Figc è stata come una mazzata: quarantena obbligatoria per ciascuna squadra anche in caso di un solo positivo. Praticamente una spada di Damocle sulla testa del calcio italiano. Sia a partire dagli allenamenti collettivi (confermati per lunedì) che a maggior ragione per la ripartenza del campionato.

E in più c’è la Uefa che non gradisce questa posizione così rigida da parte dell’Italia: almeno secondo quanto afferma il Corriere dello Sport. Per l’Italia rimane in piedi il rischio di esclusione delle proprie squadre dalle coppe europee: la Uefa aveva già avvisato che in caso di annullamento dei campionati si poteva arrivare al perentorio provvedimento.

Ti potrebbe interessare anche – Serie A, nel DL Rilancio la norma per stoppare il campionato: di cosa si tratta

Serie A, la richiesta della Uefa all’Italia

Serie A, la richiesta della Uefa all'Italia
Serie A, la richiesta della Uefa all’Italia (Getty Images)

Si tratta soltanto di un rischio teorico, che nei paesi dove il calcio si è fermato (Belgio e Francia su tutti) per ora non ha portato ad alcuna conseguenza. Tuttavia la Figc aspetta il responso del Governo a partire dal 1 giugno e si prepara al Consiglio Federale. Ad oggi la Federazione non è ancora stata convocata dal Governo, e il presidente Gravina non vuole essere pessimista.

In ogni caso la posizione della Uefa è evidente: il presidente Ceferin vuole che i campionati più importanti (Bundesliga, Liga e Premier League) possano ripartire, assegnando titoli e piazzamenti Uefa sul campo. Per la Uefa il completamento dei tornei nazionali è prioritario, anche a costo di sacrificare i play off di Champions ed Europa League. L’obiettivo del presidente Ceferin è di non vedere l’Italia allineata a paesi come Belgio, Olanda e Francia, ma nella direzione che stanno seguendo Germania, Spagna e Inghilterra. In Bundesliga la ripresa dei campionati è stata ufficializzata per sabato prossimo.

Leggi anche – UEFA, come cambiano le qualificazioni alle coppe europee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *