Spalletti e il rapporto con Totti: “La Roma veniva prima”

Luciano Spalletti ripercorre a Sky Sport 24 il suo rapporto con Francesco Totti nelle sue due esperienze sulla panchina della Roma

Spalletti e il rapporto con Totti: "La Roma veniva prima, gli auguro grandi cose"
Spalletti e il rapporto con Totti: “La Roma veniva prima, gli auguro grandi cose”

Francesco Totti torna a passeggiare per il centro di Roma. Su Instagram, l’ex capitano della Roma ha postato una foto della sua domenica di normalità, a parte l’obbligo di indossare le mascherine, trascorsa tra il Pantheon, via del Corso e il selfie a Fontana di Trevi. Una domenica tranquilla in coppia con Ilary Blasi, un pomeriggio di relax come due turisti che si riappropriano del proprio spazio e della propria città.

Di Totti ha parlato Luciano Spalletti in un’intervista a Sky Sport 24. “I risultati per me vengono prima di tutto, la Roma meritava di restare in Champions League” ha detto. “Credo comunque di aver avuto un buon rapporto con lui”.

Leggi anche – Spalletti al Milan, la replica dell’Inter: “Rifiutò la buonuscita, nessuna forzatura”

Spalletti e il rapporto con Totti

View this post on Instagram

Detto….fatto!!!

A post shared by Francesco Totti (@francescototti) on

 

Totti, come noto, ha molto stimato il tecnico toscano nella sua prima esperienza sulla panchina giallorossa. La seconda, che ha condotto al suo addio al calcio, è stata invece scandita da tensioni, frizioni, opposizioni. Nel suo libro scritto con Paolo Condò, a questo periodo l’ex capitano della Roma dedica un capitolo dal titolo molto eloquente, “Il secondo tragico Spalletti“. Racconta dei rimproveri continui in allenamento, che hanno “qualcosa di stonato” se rivolti al capitano della squadra, e della contrapposizione che coinvolge anche Ilary Blasi. Svela anche che James Pallotta avrebbe voluto per lui un ultimo anno alla Kobe Bryant, un tour d’addio con una serie di eventi collaterali.

Spalletti, invece, non vede differenze nel suo atteggiamento tra la prima e la seconda esperienza in giallorosso. “Penso di essere stato sempre lo stesso, ma sono successe delle cose che hanno determinato alcuni comportamenti diversi” ha detto. A Totti, conclude, “auguro di fare una grande carriera da manager. Sicuramente ci incontreremo di nuovo, è questo il nostro lavoro”.

Leggi anche – Zaniolo, la “benedizione” di Totti: “Ha un futuro meraviglioso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *