Serie A in chiaro, attesa Rai e Mediaset. Vertice Spadafora-Sky

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora insiste per le partite di Serie A in chiaro. L’obiettivo è di trasmetterne almeno una per ogni turno di campionato. Ma Mediaset e Rai sono alla finestra, perché chiedono di poter partecipare alle trasmissioni in chiaro. Si approfondirà in un vertice con Sky e il ministro

Serie A in chiaro, attesa Rai e Mediaset. Vertice Spadafora-Sky
Serie A in chiaro, attesa Rai e Mediaset. Vertice Spadafora-Sky (Getty Images)

Partite della Serie A in chiaro, anche una sola per turno. Questo l’obiettivo del ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Il campionato italiano sta per ripartire, e uno degli obiettivi è di trasmettere qualche partita in chiaro. Una vera e propria battaglia portata avanti da Spadafora, che farà di tutto per ottenere il risultato. Non sarà affatto semplice, e la strada appare in salita. Sarà decisivo il vertice previsto oggi con Sky, per cercare di trovare una soluzione. La richiesta del Governo è di trasmettere almeno una parte delle gare in chiaro sul TV8, la rete gratuita di Sky al canale 8 del digitale terrestre.

Ti potrebbe interessare anche – Sky, scontro sui diritti Tv di Serie A: la richiesta di De Laurentiis è durissima

Diritti tv Serie A, Mediaset e Rai vogliono le partite in chiaro

Diritti tv Serie A, Mediaset e Rai vogliono le partite in chiaro
Diritti tv Serie A, Mediaset e Rai vogliono le partite in chiaro (Getty Images)

Non è chiara la formula che potrebbe essere adottata, ma probabilmente Spadafora si “accontenterà” di una qualsiasi partita a settimana, anche non di cartello, visibile a tutti. In ogni caso, sia Rai che Mediaset chiederanno di poter trasmettere la stessa partita, o magari spezzoni. Si ipotizza il ricorso all’ “ingiusto vantaggio” nei confronti delle pay tv. E sullo sfondo resta l’annoso problema dei diritti tv, vera e propria sfida cruciale per il futuro. In questo caso è la Lega di Serie A a mediare con Sky per trovare una soluzione. Si ipotizza l’ingresso di un partner come CVC nella trattativa, che farebbe scavalcare il sistema e garantirebbe a ciascuna delle 20 squadre di Serie A di mettere il diritto di veto.

Leggi anche – Serie A, Marotta non ci sta: la dura reazione dopo il Consiglio Federale