Zanardi, incidente in Handbike: condizioni e indagini. “Speranze vive”

Grave incidente venerdì pomeriggio per Alex Zanardi a Pienza. Stava partecipando alla staffetta di “Obiettivo tricolore”. Trasportato in elisoccorso all’ospedale Le Scotte di Siena, l’atleta è stato sottoposto a un doppio intervento di neurochirurgia e maxillo-facciale. Le parole del professor Scolletta. Le testimonianze, l’inchiesta. Tutti gli aggiornamenti

Zanardi, grave incidente in Handbike: operazione conclusa, le condizioni (Gety Images)
Zanardi, grave incidente in Handbike: operazione conclusa, le condizioni (Getty Images)

PER SEGUIRE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI CLICCA QUI

ORE 15:150 –  Non solo la smentita dei magistrati senesi, anche le parole del cameramen che ha ripreso il momento dello schianto di Alex Zanardi, mettono dei punti fermi sull’accaduto: “Sono sicuro che non teneva il cellulare in mano al momento dell’incidente”. Il cellulare era nel vano dell’handbike quando lo hanno recuperato i carabinieri.

ORE 13:30 – Ai microfoni di Sky Sport ha parlato il Dottor Scolletta, direttore della terapia intensiva del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. “Alex ha trascorso una notte in stabilità circolatoria e respiratoria. Resta chiaramente intubato e gli scambi gassosi sono soddisfacenti. Il monitoraggio neurologico è stabile ma dobbiamo rimanere cauti”, ha dichiarato Scolletta. Ha poi proseguito:  “Le condizioni cliniche sono stabili ma questo non ci consente di escludere possibili complicanze. Rimane sedato per tenerlo stabile”. Infine ha concluso: “Tra domani e dopodomani decideremo cosa fare, auspichiamo il meglio, speriamo torni il campione di prima. Rispetto a quanto è arrivato qui le condizioni sono cambiate e sono migliori”.

ORE 13:25 – Secondo quanto riferito da Sky Sport, un amico di Alex Zanardi avrebbe registrato un video che riprenderebbe anche il momento esatto dell’incidente. Le immagini, che gli investigatori starebbero analizzando in queste ore, confermerebbero che il campione paralimpico avesse entrambe le mani ben salde sulla sua handbike prima dell’impatto con il camion.

ORE 12.05  – E’ stato diffuso il nuovo bollettino medico sulle condizioni di Alex Zanardi: “Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e pertanto il paziente resta sempre in prognosi riservata”. Si legge nella nota. “Ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Resta sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perché resta grave il quadro neurologico”. Conclude il comunicato dell’ospedale di Siena.

ORE 11.40 – Fonti della Procura di Siena che indaga sulla vicenda dell’incidente ad Alex Zanardi smentisce le testimonianze precedenti. Dall’analisi di alcuni filmati, già analizzati degli investigatori, risulterebbe che il campione paralimpico avesse le mani sulla sua handbike e dunque il pieno controllo.

ORE 10.30 – Ci sarebbe una tragica disattenzione all’origine del tremendo incidente che ha coinvolto l’ex pilota Alex Zanardi: un testimone oculare e un video girato da un cameramen confermerebbero che l’atleta stava filmando col telefonino prima del terribile impatto col camion. Una tesi che scagionerebbe l’autista del veicolo.

ORE 9.00 – seconda notte in terapia intensiva. Condizioni stabili ma ancora molto gravi. Bollettino medico atteso per le 12.30

Le notizie di sabato 20 giugno

ORE 23:43-  Anche il CT della Nazionale italiana di calcio, Roberto Mancini, ha voluto inviare un messaggio di sostegno all’ex pilota di Formula 1, Alex Zanardi, ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale Le Scotte di Siena, a seguito del tragico incidente in hadbike che lo ha visto protagonista ieri nei pressi di Pienza. Il Commissario Tecnico, ospite di Dribbling, su Rai 2, ha dichiarato: “Sono sicuro che anche questa volta Alex Zanardi ce la farà. Io prego per lui. Dopo quello che gli era accaduto la prima volta, questo nuovo incidente e’ davvero sfortuna. Ma lui è davvero forte, e l’ha dimostrato negli anni con imprese che hanno unito tutti gli italiani”.

ORE 21:55 – Nonostante l’incidente che ha visto protagonista il campione paralimpico Alex Zanardi, la staffetta ‘Obiettivo Tricolore’ non si ferma. Tiziano Monti, accompagnato da due esponenti di Athletica Vaticana, Massimiliano Coluccio ed Emilio Morbidelli, ha deciso di proseguire la staffetta, completando la tappa Tarquinia-Fregene di 76 Km. “Non mollare mai. Alex ci ha insegnato questo”, ha scritto Monti su Facebook. I due si sono incontrati per la prima volta meno di due anni fa, in un centro riabilitativo, dove l’ex calciatore era in cura dopo aver perso, anche lui, le gambe a seguito di un terribile incidente stradale. Da quel giorno per Tiziano Monti, Zanardi è diventato un modello

ORE 20.00 “Le condizioni di Alex Zanardi restano stabili dal punto di vista cardiorespiratorio e metabolico. Confermata la gravità del quadro neurologico”, questo è quanto riporta il Professor Sabino Scoletta, direttore del Dipartimento d’Emergenza dell’ospedale di Siena, circa le condizioni di salute del campione paralimpico italiano rimasto coinvolto in un gravissimo incidente con la sua handbike. “Rimarrà sotto sedativi e in coma farmacologico per altre 48 ore, poi si valuterà”, ha precisato Scoletta.

ORE 18.25 – Zanardi sta rispondendo bene alle terapie, aggiunge il dottor Scolletta. “E un grande atleta e quindi da un punto di vista generale è in condizioni ottimali, quindi ben controllato” ha detto. Secondo Scolletta, questo suo stato potrebbe influire positivamente il decorso post-operatorio.

Resta però molto prudente sulle possibili conseguenze dell’incidente. Zanardi ha un trauma cranico grave e lesioni importanti, dice, “il danno potrebbe essere permanente e grave, ma è anche possibile che ci sia un progressivo miglioramento. E’ veramente difficile poter rispondere a questa domanda”.

ORE 18 – Le condizioni di Zanardi sono “stabili da un punto di vista cardiorespiratorio, è sempre ventilato meccanicamente. Anche i parametri metabolici restano stabili“. Questo il quadro clinico fornito dal professor Sabino Scolletta, direttore del dipartimento di emergenza-urgenza dell’ospedale “Le Scotte” di Siena. Stabile, nel suo caso, vuol dire comunque in condizioni gravi dal vista neurologico. I medici hanno anche chiesto consulenze agli oculisti per la presenza di lesioni oculari. “Avremo delle stime oculari e neurologiche fra qualche giorno” ha spiegato. Zanardi è in coma farmacologico e i sedativi non consentono valutazioni. Se le condizioni resteranno stabili, ha concluso il professor Scolletta, la sedazione potrebbe essere sospesa la prossima settimana, ovviamente in accordo con i consulenti e il chirurgo che lo ha operato.

ORE 17.45 – L’ANSA riferisce la versione dei fatti dell’autista del tir contro cui è andato a schiantarsi Alex Zanardi. Lo fa attraverso le parole del suo avvocato, Massimiliano Arcioni di Grosseto. “Se lo è trovato quasi di fronte all’uscita della curva e meno male che è riuscito a dare una sterzata e a buttarsi verso il limitare della corsia. Così l’impatto è stato sul fianco. Un urto frontale avrebbe avuto conseguenze ancora più deleterie” ha detto.

L’autista, che rimane indagato, è risultato negativo agli esami tossicologici e all’alcool test. Inoltre, spiega il legale, in quel tratto con tanti tornanti viaggiava a velocità molto contenuta. L’uomo, molto provato, “ha rilasciato subito dichiarazioni spontanee al sostituto procuratore poco dopo l’incidente. Poi è stato portato in stato di choc al pronto soccorso” ha concluso il legale.

ORE 17.15Zanardidovrà rimanere in rianimazione sedato, ventilato, lasciando che, con il tempo, il danno secondario conseguenza del trauma si stabilizzi“. Così ha spiegato all’Adnkronos Giuseppe Oliveri, direttore del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Siena. Di traumi simili a quelli del pilota, ha aggiunto, se ne vedono due o tre all’anno nel reparto.

“Abbiamo parlato anche con i chirurghi maxillo-facciali” ha aggiunto, “se le cose andranno bene, in futuro si dovrà procedere anche con una ricostruzione della teca cranica”. Ogni minuto, ogni ora guadagnata è una buona notizia. “I peggioramenti possono arrivare da un momento all’altro; il miglioramento, se ci sarà, sarà lentissimo“.

ORE 17 – Di Alex Zanardi si parla nel libro “Il Superdisabile – analisi di uno stereotipo “. Marco Ferrazzoli, Francesca Gorini e Francesca Pieri – due giornalisti del Cnr e da uno studioso di scienze della comunicazione – hanno affrontato il tema dell’isolamento e del pietismo che hanno spesso accompagnato lo sport paralimpico e la disabilità più in generale. Figure come Zanardi o Bebe Vio hanno cambiato il modo di vivere e di percepire la disabilità, scrivono. Gli autori però invitano a non dimenticare la realtà quotidiana di chi vive questa condizione sotto i riflettori. “Dobbiamo evitare che la superdisabilità diventi un nuovo stereotipo” scrivono.

ORE 16.34 – Zanardi, spiega l’inviata di Sky Lia Capizzi, è arrivato ieri a Siena con quello che in gergo si chiama “fracasso facciale”, ovvero la rottura di tutte le ossa della faccia. Preoccupano soprattutto i danni nella parte laterale, che i medici hanno ricostruito nel corso dell’intervento di neurochirurgia. Era fondamentale il primo intervento di ieri per tentare di contenere il danno cerebrale, la cui entità sarà valutata nei prossimi giorni.

Secondo quanto rivela Capizzi, Zanardi non ha altre lesioni al corpo e sarebbe tenuto in coma farmacologico con una dose relativamente bassa di farmaci. Ci sarà tempo per un primo tentativo di risveglio di Zanardi, presumibilmente non prima di 48 ore.

ORE 16.15 – Anche Gianni Morandi ha manifestato la sua vicinanza ad Alex Zanardi. “Caro Alex, noi siamo tutti con te. Non abbiamo dubbi, tu ce la farai!” ha scritto in un post Facebook il cantante bolognese.

“Forza Campione !!” ha scritto invece Vasco Rossi, sempre sulla sua pagina Facebook, manifestando il suo sostegno per il pilota che è in condizioni stabili e in coma farmacologico dopo l’intervento di neurochirurgia all’ospedale di Siena.

ORE 15.15 – Marco Bonarrigo del Corriere della Sera spiega che la staffetta di “Obiettivo Tricolore” non era una gara né una manifestazione cicloturistica. Zanardi e gli altri erano dunque alla stregua di semplici ciclisti in escursione, dunque soggetti al rispetto del codice della strada. Il sindaco di Pienza, Manolo Garosi, ha spiegato che non gli è mai arrivata alcuna comunicazione ufficiale di eventi o manifestazioni sportive sul suo territorio.

Per questo la strada provinciale 146 era aperta al traffico. Inoltre, conclude Bonarrigo, se gli organizzatori avessero chiesto alla Federciclismo l’autorizzazione a svolgere la manifestazione, il permesso sarebbe stato quasi certamente negato visto il divieto di manifestazioni ciclistiche fino al primo agosto.

ORE 14.20 – Nella caserma del comando provinciale dei carabinieri di Siena sono in corso gli interrogatori agli organizzatori della corsa. Nell’inchiesta dei magistrati toscani anche i permessi per lo svolgimento della manifestazione sportiva organizzata dalla Obiettivo 3, società della quale Zanardi è il fondatore.

ORE 12.45 – Sempre dall’Ospedale Le Scotte di Siena, ha parlato delle condizioni di Alex Zanardi anche il professor Sabino Scolletta, dirigente del reparto di rianimazione. “Durante la notte il quadro clinico dell’atleta si è stabilizzato. Quando è arivato in ospedale le sue condizioni erano critiche e instabili. Ma rimane il quadro neurologico grave. I parametri respiratori sono nella norma, ma è collegato a un ventilatore meccanico e ha bisogno di supporto. I parametri cardio-circolatori sono nella norma, ma gli serve un minimo supporto farmacologico. Per quanto riguarda il quadro neurologico, il trauma cranico ha portato un danno importante, difficile valutarlo adesso. Siamo costretti a una sedazione che lo tiene in coma farmacologico. La famiglia può visitarlo due volte al giorno. Per provare a risvegliarlo bisogna attendere che le condizioni restino stabili e il danno neurologico sia limitato. Valuteremo lunedì o martedì quando farlo. Il danno celebrale è importante: potrebbe stabilizzarsi o peggiorare. In questo momento, però, escludo un peggioramento perché le sue condizioni sono confortanti”. 

Gli altri aggiornamenti dall’ospedale di Siena

ORE 10.50 – Il neurochirurgo dell’Ospedale Santa Maria delle Scotte, Giuseppe Olivieri, ha parlato delle condizioni di Alex Zanardi ai microfoni di Sky. “Zanardi si trova in condizioni stabili, ma molto gravi – ha spiegato il dottore – l’intervento è andato come doveva andare, ma non possiamo fare valutazioni dal punto di vista neurochirurgico. Bisogna ricostruire la parte facciale. I parametri sono positivi ma le condizioni sono gravi. Potrebbe anche morire, vedremo se si sveglia e quali saranno le condizioni neurologiche: che ora non possiamo valutare. Si tratta di un grave fracasso facciale: tutte le ossa della faccia erano rotte. Fratture delle due ossa frontali con affondamento delle stesse. Bisogna attendere per fare valutazioni, ma i valori sono normali. Purtroppo la situazione potrebbe peggiorare da un momento all’altro. Non sappiamo fino a quando è stato cosciente, ma in ospedale è arrivato addormentato”.

ORE 10.37 – Il policlinico Santa Maria delle Scotte ha diffuso alle 10.20 un bollettino in merito alle condizioni di Alex Zanardi: “In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena – si legge – la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico”, conclude il bollettino.

ORE 9.34 – Ha passato la notte tranquilla, senza novità, ma comunque confermate le condizioni gravissime di Alex Zanardi. Dopo le ore 10.00 sono attesi due nuovi bollettini per via del doppio intervento chirurgico al quale è stato sottoposto ieri sera dalle ore 19 fino alle 22.00. Interventi di neurochirurgia al cranio e maxillo-facciale.

ORE 9.00 – condizioni stabili ma gravi di Alex Zanardi. Alle ore 10.30 è atteso un nuovo bollettino medico.

Alex Zanardi a Londra 2012
Alex Zanardi a Londra 2012

La cronaca di ieri: cosa è accaduto

Un grave incidente ha coinvolto Alex Zanardi in provincia di Siena. In base a quanto risulta dalle prime ricostruzioni, si sarebbe scontrato con un camion lungo la statale 146 nel comune di Pienza. Zanardi stava prendendo parte a una delle tappe della staffetta “Obiettivo tricolore”, che coinvolge atleti in handbike, bici o carrozzina olimpica. Le condizioni, stando alle prime informazioni, sarebbero molto gravi. Zanardi avrebbe riportato un politrauma e sarebbe stato trasferito in codice 3 all’ospedale Le Scotte di Siena.

Quando e’ stato trasportato sull’elisoccorso, Zanardi respirava ancora. Lo rivela all’AGI Alessandro Cresti, che fa parte del gruppo di giovani ciclisti paralimpici seguiti dal campione bolognese, arrivato in bicicletta immediatamente dopo dopo l’incidente. “C’era una lunga fila di auto, speriamo che ce la faccia”, ha detto.

La staffetta ha fatto tappa ieri a Firenze. Le tre staffette del progetto si sono riunite in piazza della Signoria per poi ripartire. Il viaggio avrebbe dovuto condurle a Santa Maria di Leuca domenica 28 giugno. Emozionato anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha omaggiato l’iniziativa.

Zanardi, a lungo conduttore anche del programma Sfide, aveva ricordato di recente come lo sport riesca ad essere un’ispirazione per le persone. Si era mostrato molto soddisfatto, in quell’occasione, della ripresa del campionato di Serie A parlando in videoconferenza alla presentazione del charity show ‘Non mollare mai – Storie tricolori’, andato in onda su Rai 1 il 2 giugno.

Zanardi in gravi condizioni: sottoposto a intervento di neurochirurgia

Secondo quanto si apprende dal primo bollettino clinico emesso dall’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena, Alex Zanardi “è ricoverato in condizioni gravissime”. L’atleta “è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia”.

Secondo quanto riferito da Sky Sport 24, il prossimo bollettino medico verrà diffuso questa mattina. “Zanardi è stato sottoposto a rapidi controlli. È in condizioni di estrema gravità. Attualmente è in sala operatoria della neurochirurgia”, ha dichiarato ai microfoni di Sky Tg24 il direttore del pronto soccorso dell’ospedale Le Scotte di Siena, Giovanni Bova.

Alex Zanardi, operazione terminata: ricoverato in terapia intensiva

È terminato poco prima delle 22, dopo circa due ore, l’intervento di neurochirurgia al quale Alex Zanardi è stato sottoposto dopo il terribile incidente in handbike che lo ha visto protagonista nel tardo pomeriggio nei pressi di Pienza (Siena). Attualmente l’atleta è ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale Le Scotte di Siena.

“Condizioni di salute gravissime”, il bollettino medico

È durato poco meno di tre ore l’intervento di neurochirurgia al quale, in serata, Alex Zanardi è stato sottoposto a seguito dell’incidente che lo ha visto protagonista nel tardo pomeriggio durante la staffetta “Obiettivo Tricolore” nei pressi di Pienza. Al termine dell’operazione, l’ospedale Le Scotte di Siena ha diffuso il seguente bollettino medico: “La Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime”. Secondo quanto riferito da Sky Sport24 il nuovo bollettino medico dovrebbe essere diffuso domani mattina intorno alle 10:00.

Zanardi, la ricostruzione dell’incidente

Zanardi, la ricostruzione dell'incidente
La ricostruzione dell’incidente

Secondo le prime ricostruzioni, sembra che il campione sia scivolato nella corsia opposta in un tratto sì tortuoso ma dall’asfalto non particolarmente sconnesso, ha detto a Sky un giornalista della stampa locale presente sul posto e in contatto col sindaco. L’incidente sarebbe avvenuto, riporta l’ANSA, all’altezza di una curva in discesa. In quel punto, nella corsia opposta, stava transitando un camion. Ancora da chiarire, riferisce l’agenzia di stampa, se sia stato Zanardi a sbandare. La staffetta avrebbe dovuto arrivare in serata a Montalcino, dove Zanardi avrebbe dovuto essere ospite di un’azienda vinicola.

L’ex pilota e campione paralimpico di handbike è stato portato all’ospedale di Siena in elisoccorso. L’agenzia di stampa ANSA spiega che gli atleti con sui stava partecipanto alla staffetta avrebbero dato l’allarme. Sul posto, sono immediatamente arrivati i soccorsi, i carabinieri, la polizia municipale dell’Amiata-Valdorcia, i vigili del fuoco.

Zanardi si stava preparando anche a scendere di nuovo in pista a Monza con una MBW M6 GT3. Sarebbe stato un modo, spiegava, per reagire e dimenticare il momento difficile della pandemia da coronavirus.

Valentini: le parole del CT della nazionale di Paraciclismo

Ai microfoni di Radio Capital, il commissario tecnico della nazionale di paraciclismo, Mario Valentini, ha ricostruito in parte la dinamica dell’incidente: “C’è un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato“. Il commissario tecnico ha poi aggiunto: “Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po!. Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa, e poi c’era il rettilineo, all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. C’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

In collegamento telefonico al TG1, il CT Valentini ha aggiunto: “Impatto tremendo. In curva ha sbandato, ha preso la pedana dove salgono gli autisti, ha rotto la pedivella sinistra si è girato ed è andato a sbattere la testa contro il cassone che tiene la ruota di scorta del camion, l’autista si è spostato per evitarlo ma lo ha preso uguale”. 

Le reazioni: tanti i messaggi di incoraggiamento

Al campione bolognese è arrivato il sostegno via Twitter del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Mai ti sei arreso e con la tua straordinaria forza d’animo hai superato mille difficoltà” ha scritto, “tutta l’Italia lotta con te”.

Federica Pellegrini ha subito manifestato la sua vicinanza al campione di fronte a un’altra sfida durissima. La leggenda del nuoto italiano ha scelto una “story” su Instagram per incitarlo a non mollare. Ancora una volta.

Federica Pellegrini per Zanardi
Federica Pellegrini per Zanardi

Il gravissimo incidente, ha scritto sui social il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, “ci addolora profondamente. Tutta Italia fa il tifo per te, perché tu ce la faccia anche questa volta: forza Alex!“.

Tra i messaggi anche il tweet della squadra del Chievo Verona. “Forza Alex! Ci hai insegnato a non mollare mai, siamo tutti con te” si legge sul profilo del club.

In aggiornamento

Leggi anche – Cech dal calcio all’hockey. Le star che hanno provato a trionfare in sport diversi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *