Novak Djokovic positivo al Covid: focolaio all’Adria Tour, tennis sotto choc

Novak Djokovic positivo al Coronavirus. E’ solo l’ultimo dei contagiati tra i partecipanti all’Adria Tour l’evento tennistico itinerante organizzato dal tennista serbo a Belgrado e altre città balcaniche

Novak Djokovic positivo Covid
Novak Djokovic contagiato dal Covid-19 (Getty Images)

Novak Djokovic è risultato positivo Covid-19. Il tennista serbo si era sottoposto a tampone dopoché alcuni dei suoi colleghi impegnati nell’Adria Tour (Coric e Dimitrov) avevano annunciato di essere stati contagiati dal virus.  Positiva anche la moglie, Jelena Ristic. Negativi – e almeno questa è una buona notizia – i due figli della coppia.

Oltre a quella del numero uno ATP, sono arrivati altri due casi di positività ovvero quelli del connazionale Viktor Troicki e della moglie.  A darne notizia è stata l’agenzia Tanjug.  Stando ai media serbi, inoltre, sarebbero risultati positivi al test sul Covid anche Kristijan Groh, uno dei membri dello staff di Nole e Marco Panichi, preparatore atletico del tennista serbo.

Una vera e propria escalation di contagi tra coloro coinvolti nella partecipazione al torneo beneficio organizzato da Nole in alcune città dei Balcani e subito interrotto dopo la positività di Dimitrov. Torneo disputato a porte aperte con il pubblico sugli spalti e con i partecipanti impegnati in altre iniziative collaterali che hanno coinvolto, senza grandi precauzioni su distanziamento o altro, numerosi appassionati a Belgrado e Zara.

Potrebbe interessarti –  Russia, contagiati in squadra al Rostov: in campo vanno i ragazzini 

Djokovic, dal no-vax al contagio da Coronavirus

Avevano fatto molto discutere nel mese scorso le dichiarazioni di Djokovic relative alla possibile scelta di non sottoporsi al vaccino contro il Coronavirus (quando sarà disponibile) in quanto contrario all’imposizione della vaccinazione anche per altre malattie.

Da no vax, quasi per contrappasso, Djokovic, suo malgrado, ha organizzato un torneo che si sta rivelando un vero e proprio focolaio da Covid-19. Una scelta filantropica e benefica che si è trasformata in un vero e proprio boomerang, tanto da attrarre anche le critiche di qualche collega.

Djokovic in compagnia di Zlatan Ibrahimovic nel 2013
Djokovic in compagnia di Zlatan Ibrahimovic suo grande amico

Subito dopo aver comunicato la propria positività, Djokovic ha pubblicato una dichiarazione sul proprio sito ufficiale: “Sono estremamente dispiaciuto per i casi di infezione. Spero che questo non complichi la salute delle persone e che tutti stiano bene. Resterò in isolamento per 14 giorni e tra 5 ripeterò il test. (…) Il virus è ancora tra noi ed è una realtà che dobbiamo affrontare e con cui dobbiamo convivere. Spero che tutti possano riprendere la propria vita come  in passato. “

Leggi anche Stella Rossa, cinque calciatori positivi al Covid e festa scudetto rovinata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *