Serie A, partite su Sky salve: la decisione della Lega

L’assemblea straordinaria della Lega ha deciso di non interrompere l’esecuzione della licenza dei diritti tv. La Serie A su Sky fino a fine stagione

Serie A, Sky non paga ancora: la decisione della Lega
Serie A, Sky non paga ancora: la decisione della Lega

L’assemblea straordinaria della Lega Serie A ha deciso. Il campionato di Serie A su Sky continuerà, anche sde la pay tv satellitare non ha versato l’ultima rata prevista per il pagamento dei diritti televisivi del campionato. Il procedimento è ancora in corso.

L’assemblea di Lega, che si è riunita in video conferenza in via straordinaria proprio per decidere sul tema, con il voto unanime di tutte le società, ha dato mandato al professor Vaccarella di reiterare l’invito a pagare, e dare così sostanza al decreto ingiuntivo del Tribunale di Milano. Sky, hanno stabilito i giudici, deve versare i 100 milioni di euro più gli interessi. Il decreto però non è esecutivo, la pay tv ha comunque 40 giorni per fare appello, dunque il procedimento andrà avanti a lungo e non si concluderà prima dell’inizio della prossima stagione.

Leggi anche – Sky, ricorso contro il divieto di dirette sul web: gli scenari per la Serie A

Serie A su Sky, la decisione della Lega

Serie A su Sky, la decisione della Lega
Serie A su Sky, la decisione della Lega

Le squadre hanno comunque deciso, “a tutela e nel pieno rispetto dei propri tifosi” e degli sponsor, fa sapere l’assemblea, di non sospendere l’esecuzione del contratto di licenza”. Dunque, nessuna interruzione di servizio o di segnale. La Serie A continuerà su Sky fino alla fine della stagione.

La Lega ha anche sottolineato l’importanza di riaprire parzialmente gli stadi nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza. Nelle prossime ore il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, riceverà un protocollo dettagliato che potrà utilizzare come base per interfacciarsi con le istituzioni. Le società, e i vertici della Lega, sperano che già nelle ultime partite di questo campionato, gli stadi possano essere riaperti, per un numero di tifosi limitato e diverso per ogni realtà e per ciascuno stadio.

Leggi anche – Serie A, assemblea sui diritti tv: al centro il contenzioso con Sky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *