Inter-Getafe, Conte: “Partita tosta, non vogliamo andare in vacanza”

Lukaku ed Eriksen risolvono la partita di Europa League contro il Getafe, vittoria per 2-0 che consegna i quarti di finale della competizione all’Inter. Molina sbaglia un rigore che avrebbe potuto dare un’altra prospettiva al match. Le parole di Antonio Conte nel post-partita.

Lukaku ed Eriksen fanno tirare un sospiro di sollievo ad Antonio Conte, l’Inter approda ai quarti di finale dopo una buona partita contro il Getafe. È stato un confronto dalle mille facce, i nerazzurri hanno saputo anche soffrire per poi venir nuovamente fuori nella parte finale della sfida – dopo un calcio di rigore fallito dagli avversari con Molina – archiviando un match importante con il carisma e la mentalità da grande squadra. Ora gli uomini di Conte affronteranno a Düsseldorf lunedì la vincente tra Bayern Leverkusen e Rangers. Le parole dell’allenatore nerazzurro nel post gara:

Come avete vissuto questa gara così importante?

“L’abbiamo vissuta sapendo della difficoltà che la partita poteva avere. Loro son partiti forte, cercavano cross e mischia. Giocatori forti fisicamente, noi siam venuti fuori dopo. Abbiamo avuto occasioni per far gol e le abbiamo colte. Partita sporca, i ragazzi sono cresciuti nel difendere il risultato e non concede gol. Sono contento perchè andare avanti in Europa rappresenta un obiettivo particolare, soddisfatto della prestazione dei ragazzi”.

Leggi anche – Inter, Conte incontro con Zhang: le condizioni per restare

Inter-Getafe, Conte: “Partita tosta, mi è piaciuto l’atteggiamento dei ragazzi”

Inter-Getafe Europa League (Getty Images)
Inter-Getafe, le parole di Antonio Conte (Getty Images)

Lukaku in grande spolvero, peccato per quel gol sbagliato…

“Sì, poteva essere anche una serata ancora migliore per lui, di gol ne ha fatto uno e ci accontentiamo. Ha attaccato la profondità, ma è mancato nei primi 20 minuti poi partita importante per lui. Bene anche Sanchez e gli altri. Contento per i calciatori che vogliono continuare e andare in fondo. Non pensano alle vacanze per ora.

È contento dell’operazione Sanchez? È più sereno per il futuro?

“Penso che l’operazione Sanchez sia stata ottima, poi loro saranno più bravi a spiegarla ma alle condizioni in cui l’abbiamo preso è stata una buonissima operazione. Rivalutato nel momento peggiore della sua carriera, ora è giusto che ce lo godiamo. Plauso al club. Non è questione di serenità o non serenità, sono sereno quando faccio il mio lavoro e vedo i ragazzi con determinazione, voglia e cattiveria. Sono tutti partecipi e contenti di quello che si fa, sono contento anche per Christian (Eriksen n.d.r): aveva solo bisogno di situazioni positive per sbloccarsi a livello mentale. Il fatto che si sia calato nella partita e abbia fatto subito gol è importante. Si sta inserendo. Tutti vogliamo perseguire questo obiettivo sia per soddisfazione personale sia come esperienza da mettere nel calderone per il futuro e abituarci ad una mentalità vincente”. 

Leggi anche – Europa League, risultati 5 agosto: Manchester United e Shakhtar ai quarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *