Milan, la scelta per l’attacco: chi sarà il vice Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic sarà ancora una volta il fulcro dell’attacco del Milan: chi avrà il compito di sostituirlo in caso di assenza dello svedese?

Il Milan è una delle società più attive in questa sessione di calciomercato, ma non sembra essere destinato a cambiare molto in attacco. Ormai definito il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, che sarà ancora per un’altra stagione leader in campo e fuori, il club non sembra avere intenzione di pensare a un suo sostituto.

La presenza dello svedese è ritenuta più che sufficiente e non sembrano esserci problemi nemmeno sul piano fisico al punto tale da spingere ad acquistare un altro giocatore con caratteristiche simili alle sue. A parlare per lui, come sempre, sono innanzitutto i numeri: dal momento del suo ritorno a gennaio ha infatti segnato 11 gol in 20 partite. Numeri che non si addicono particolarmente a un calciatore che sta per compiere 39 anni (lo farà il prossimo 3 ottobre).

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan (Foto: Getty Images)

Potrebbe interessarti – Ibrahimovic attacca il ct della Svezia: le dure parole dell’attaccante

Ibrahimovic fulcro del Milan in campo e fuori

Da giocatore esperto quale è, Zlatan conosce bene il suo corpo e sa bene come gestirsi, cosa che ha dimostrato anche in occasione del recente infortunio subito alla ripresa del campionato. Non appena è tornato disponibile, si è rivelato determinante nell’aiutare la squadra a ottenere la qualificazione all’Europa League (seppure partendo dai preliminari).

E anche nei prossimi mesi lui farà lo stesso. La priorità sarà data al campionato, dove c’è un obiettivo importante da raggiungere: la qualificazione alla Champions League, che manca ormai da troppo tempo in casa rossonera. Ma senza per questo trascurare le Coppe (il Milan non ha mai vinto la Coppa Uefa-Europa League).

Le alternative nel reparto, seppure con caratteristiche diverse, possono comunque rivelarsi all’altezza. Anzi, in questi mesi i compagni hanno dimostrato di saper trarre giovamento da un compagno così forte.

Il tridente offensivo non si tocca. Dietro Ibra, unica punta, Pioli opterà per il terzetto Castillejo, Calhanoglu, Rebic. Ma occhio anche a Brahim Diaz, da poco arrivato dal Real Madrid.

Leggi anche – Milan, carica Maldini: “L’obiettivo è tornare in Champions…” E su Ibra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *