Milan, Maldini e il saluto “postumo”a Boban: “Senza di lui meno forti”

Paolo Maldini continua a lavorare per rafforzare la rosa del suo Milan, ma non può nascondere di sentire la mancanza di Zvonimir Boban al suo fianco.

In occasione della presentazione a Milanello di Sandro Tonali, Paolo Maldini ha fatto il punto sul calcioercato e non solo, cercando di delineare cosa dovranno aspettarsi i tifosi dal suo Milan. Tra pochi giorni, infatti, i rossoneri saranno chiamati ad affrontare il primo impegno ufficiale nel preliminare di Europa League contro gli irlandesi dello Shamrock Rovers. La gara è cruciale per la squadra e il dirigente lo ha sottolineato: “Siamo pronti, ma questa sfida ci fa paura, inutile negarlo. Rebic è squalificato, Rafael Leao infortunato, qualche problema e preoccupazione c’è”.

L’arrivo di Tonali, in un reparto che può già contare su elementi importanti come Kessie e Bennacer, è la dimostrazione di come la società abbia voglia di crescere rispetto a quanto fatto nella scorsa stagione. E a sottolinearlo è proprio l’ex capitano: “Tonali ha solo 20 anni, è sempre stato nostro tifoso, essere arrivato qui per lui è la realizzazione di un sogno. Ci siamo parlati per la prima volta due mesi fa e io gli avevo detto che avrei fatto il possibile per aiutarlo a trasformarlo in realtà. Non appena ci sono state le possibilità, lo abbiamo concretizzat. A volte le idee della società non sempre collimano, ma proviamo a portare avanti una linea comune. I risultati dopo il lockdown sono stati importanti e vogliamo proseguire su questa strada. Non può però non dispiacermi non poter più contare sulla collaborazione di Boban, che è soprattutto un amico. Senza di lui siamo meno forti ma cerchiamo di arrivare ad un’idea comune”.

Milan, Boban lascia il club dopo incontro con Gazidis
Zvonimir Boban (Foto: Getty Images)

Potrebbe interessarti – Milan, Boban contro Gazidis: lo scontro finisce in Tribunale

Maldini e il punto sul mercato

Negli ultimi giorni al Milan è stato associato il nome d Federico Chiesa, ma su questo Maldini ha voluto fare chiarezza: “E’ certamente un vero talento, anche per la Nazionale. Uno dei migliori. A oggi, però, non esiste alcuna trattativa per lui con la Fiorentina”.

Le operazioni potrebbero però non essere finite qui: “Noi vogliamo fare il possibile per migliorare la squadra. Le priorità principali che avevamo sono state coperte, ci sarebbe qualche problema con i centrali di difesa a causa degli infortuni. Vedremo cosa potremo fare da qui a ottobre” – ha concluso.

Leggi anche – Milan, carica Maldini: “L’obiettivo è tornare in Champions”. E su Ibra..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *