Serie A, Galliani come Marotta: “Drastico calo di fatturato. Rischio default”

Anche Adriano Galliani, ex vicepresidente del Milan oggi Ad del Monza, conferma l’allarme lanciato Da Beppe Marotta sul rischio fallimento del calcio italiano. 

“C’è stato un drastico calo del fatturato. Il rischio default è concreto”. Parole che suonano come un macigno per il calcio italiano, oggi pomeriggio, il seguito all’allarme lanciato dall’Ad dell’Inter Beppe Marotta. L’eco è quello del collega Adriano Galliani, ai microfoni di Sky Sport 24. L’amministratore delegato del Monza è uno dei massimi dirigenti sportivi del pallone italiano, di lunghissima esperienza. La sua conferma aumenta ancora di più le preoccupazioni di tifosi e dirigenti sportivi che a causa della pandemia vedono aprirsi il rischio di una crisi profonda in un settore che muove percentuali importanti anche per il Pil del nostro paese.

   LEGGI ANCHE – Inter, Marotta lancia l’allarme al Governo: “Serie A a rischio default”

Galliani allarme sul calcio italiano

Serie A, Galliani come Marotta: "Drastico calo di fatturato. Rischio default"
Serie A, Galliani come Marotta: “Drastico calo di fatturato. Rischio default”

Molto più di un appello, un grido d’aiuto. Le parole dei massimi dirigenti italiani preoccupano migliaia di tifosi. Galliani parlando a Sky Sport 24 prosegue:“Sono incrementati i costi e diminuiti i ricavi. Il calcio italiano e’ a rischio default, così come purtroppo molte altre aziende nel nostro paese. Ne ho parlato anche con Marotta. Il calcio è una azienda e va trattato in questo modo, invece viene visto solo come un mondo di prime donne e ricchi milionari. Invece dietro al pallone ci sono molte categorie di persone normali che rischiano di fallirespiega il dirigente monzese.

L’amichevole con l’Inter

Sconfitta per 1-0 del Monza contro l’Inter di Antonio Conte ad Appiano Gentile. Decide il 17enne Franco Carboni. Al termine del match Galliani parlando a Sky Sport ha raccontato della chiamata di Silvio Berlusconi: L’ho sentito nell’intervallo. Mi ha chiamato  per sapere come andava. Il Monza e’ il nostro presente e speriamo anche il futuro. Obiettivo la Serie A. Il Milan e’ passato,” conclude.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Lautaro rinnovo fermo: il nodo e la richiesta legata al Barcellona