Maradona Jr e la morte di Diego: “Ho rischiato di morire anche io, l’ultima chiamata …”

Diego Maradona Jr si racconta ai microfoni di SerieANews, il figlio del celebre campione rivela il contenuto dell’ultima telefonata avuta con il padre. L’intervista di Mirko Calemme.

Diego Maradona Jr, in poche settimane, è finito al centro delle cronache sportive italiane. Prima il Coronavirus, poi la morte di suo padre che ha sconvolto il mondo. Il ragazzo ha raccontato il periodo particolarmente complesso che sta vivendo, una volta arginato il COVID-19, ai microfoni di SerieANews.

“Una cosa che non auguro a nessuno”, ha detto il giovane che poi non è riuscito a salutare suo padre per l’ultima volta. Impossibile la sua presenza al funerale, ma Diego Jr racconta che si sentivano spesso e l’ultima volta che l’hanno fatto il Pibe de Oro rideva. Felicità sfiorita nel ricordo di una leggenda immortale per molti.

“La sera prima della sua morte dormii molto male, sentivo ansia, il Covid ovviamente causa anche questo. Alle otto ero già sveglio e quando la giornata inizia così presto, in ospedale, non passa mai. Nel pomeriggio volli evitare di addormentarmi per non fare un’altra nottata. Così vidi Parma-Cosenza di Coppa Italia. Un giornalista improvvisamente mi scrisse chiedendomi se fosse vero quello che si raccontava in Argentina….

Leggi anche – Morte Maradona, l’avvocato torna ad attaccare: le pesanti accuse ai dottori

Maradona Jr, la morte di papà Diego: “Nessuno se l’aspettava, sembrava in ripresa”

Maradona, il figlio rivela l'ultima conversazione (Getty Images)
Maradona, il figlio rivela l’ultima conversazione (Getty Images)

Lo era. La notizia ha fatto in breve il giro del mondo: il giovane racconta quegli istanti. “Accesi il televisore e tutti i canali davano la notizia. Iniziai a chiamare le mie sorelle, le zie, l’avvocato. Non ricevevo risposta, poi mi telefonò mia moglie che era stata avvertita e confermò tutto. Chiesi di poter volare in Argentina ma purtroppo non è stato possibile. Non mi aspettavo quello che è accaduto. Credevo fosse in ripresa, lo pensavamo tutti. Ci siamo sentiti poco dopo la sua operazione alla testa: rideva, mi prese anche in giro”.

Parole che sanno di beffa ma testimoniano anche l’affetto di un figlio che aveva un padre icona. Nonostante tutto, sono riusciti a volersi bene vicendevolmente: anche se l’affetto per Diego Maradona non resta solo un fatto di sangue. Rimane un sentimento carnale che ritroviamo persino nelle parole di un consanguineo sopraffatto sì dal dolore, ma anche orgoglioso per aver condiviso una parte di vita con il numero dieci per antonomasia. Intramontabile come la sua fama.

Per l’intervista completa su SerieANews – CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *