Zaha e un futuro al Milan, il parere di Hogdson

Wilfried Zaha è conteso dalle big d’Europa. Il centrocampista piace a Milan e PSG, ma Hogdson non si stupisce che il suo uomo chiave sia al centro del calciomercato nella sessione di gennaio. L’allenatore avvisa le pretendenti.

Wilfried Zaha è al centro del mercato invernale, l’ivoriano – in forza al Crystal Palace – è sul taccuino di Massara. Il Direttore Sportivo del Milan, infatti, vorrebbe portarlo in Italia. La trattativa potrebbe essere in discesa, ma ci sono alcune cose da sistemare. In primis Roy Hogdson: l’allenatore del club inglese vorrebbe prima un degno sostituto, infatti la partenza del suo gioiello non è esclusa purché si trovi un degno erede. Il mister ha sempre creduto nel calciatore, per questo adesso non vorrebbe rimanere a mani vuote dopo la sua eventuale partenza. I due si stimano da molto tempo: proprio questo rapporto si pensi sia la base dei successi del centrocampista.

Leggi anche – Calciomercato Milan, anche il Lipsia su Simakan: le contromosse dei rossoneri

Zaha secondo Hogdson

Zaha, Hogdson si coccola il suo campione (Getty Images)
Zaha, Hogdson si coccola il suo campione (Getty Images)

Non soltanto i rossoneri sul 29enne, anche il PSG del neo-allenatore Pochettino pensa al centrocampista: il Crystal Palace, dunque, è al centro di due fuochi essendo consapevole che un’occasione del genere il ragazzo – non più giovanissimo – vorrà sfruttarla. Le big del calcio europeo gli hanno messo gli occhi addosso, un’occasione del genere potrebbe non ricapitare tanto facilmente. In primis per motivi anagrafici, ma in questo momento la condizione (ottimale) prevale sulla carta d’identità.

Proprio questo intende sottolineare l’allenatore del Crystal Palace: “Su Zaha sono state fatte speculazioni in passato. Il giocatore sta bene e spero che continui a garantire queste prestazioni. È normale l’interessamento di altri club, ma prima che un giocatore lasci una squadra vanno sistemate alcune questioni. Apprezzo molto la dedizione con la quale Zaha scende in campo. Finché sarà concentrato sugli interessi del club, mi auguro che continui così”. Tradotto: non è il momento di pensare alle sirene di mercato. Hogdson lo dice a mezza bocca, ma il senso pare essere uno solo: Zaha parte solamente se arriva una valida alternativa, oppure un’offerta economica convincente. Se dovesse partire una pedina del genere, l’allenatore vuole avere le spalle coperte. Milan e PSG sono avvisate.

SEGUI LE VIDEONEWS DI CALCIOTODAY.IT 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *