Atalanta Parma, Liverani a rischio esonero: i possibili sostituti

Atalanta Parma potrebbe essere l’ultima partita di Fabio Liverani come allenatore dei gialloblù. Tra i possibili sostituti c’è anche D’Aversa.

Ancora una sconfitta per il Parma ed ora Fabio Liverani vede a rischio la sua panchina. I ducali hanno perso 3-0 in casa dell’Atalanta e proseguono la loro striscia negativa. In campionato la vittoria manca dal 30 novembre (successo con il Genoa) e nelle ultime sette partite sono arrivati appena tre punti e la situazione in classifica continua ad essere pericolosa: il terzultimo posto dista appena 1 punto e sicuramente non è questo ciò che ci si aspettava dall’ex allenatore del Lecce.

Potrebbe anche interessarti: Cagliari-Benevento, Di Francesco a rischio esonero: le alternative

D'Aversa esonerato dal Parma (Getty Images)
D’Aversa (Getty Images)

Atalanta Parma: i possibili sostituti di Liverani

Le tante assenze registrate in questa giornata di campionato dovrebbero anche spiegare la debacle della squadra di Liverani in Atalanta-Parma. Sicuramente, le problematiche della squadra sono ben note a tutte. Un cambio di proprietà che ha rivoluzionato gli equilibri di società e squadra, un gruppo ormai logorato per via dell’età di alcuni. A questi, va affiancato anche un calciomercato non degno di nota e che non ha consentito al Parma di rinforzarsi in maniera adeguata.

La scelta di Liverani come allenatore doveva rappresentare un cambio di mentalità e nel gioco. Finora purtroppo, anche a causa di ciò che è stato detto precedentemente, il cambio a cui si è assistito è stato in peggio.

Un andamento che sta preoccupando non poco la dirigenza statunitense e così la situazione per Liverani diventa bollente. In caso di esonero sono diversi gli allenatori attualmente sul mercato: da Semplici Nicola, da Mazzarri a D’Aversa.  Proprio su quest’ultimo nome potrebbero aumentare le percentuali di un suo ritorno visto che, conoscendo l’ambiente e la squadra, potrebbe esser l’unico a risollevare un gruppo in piena crisi d’identità. E’ praticamente certo il suo ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *