Milan-Torino, Calhanoglu in dubbio: le condizioni del centrocampista

Hakan Calhanoglu non è al meglio della condizione dopo la gara contro la Juventus di ieri sera. Il turco potrebbe non essere disponibile sabato contro il Torino.

Archiviata la sconfitta contro la Juventus, che ha permesso comunque di conservare il primato, il Milan è già concentrato sulla prossima partita di campionato, che li vedrà sfidare a San Siro il Torino guidato da Marco Giampaolo. Non mancheranno però le difficoltà, a cui ormai da tempo Stefano Pioli è abitiato a fare fronte ormai da qualche settimana. Difficilmente infatti ci sarà il rientro di Zlatan Ibrahimovic, ma anche degli altri infortunati. L’unica buona notizia riguarda Sandro Tonali, che potrà tornare a occupare il suo posto a centrocampo al fianco di Frank Kessie. Ma non è finita qui: all’elenco dei possibili indisponibili potrebbe aggiungersi un altro nome inaspettato, quello di Hakan Calhanoglu.

Il turco, che è ormai diventato un elemento imprescindibile per l’undici titolare, risulta non essere al meglio dopo la sfida contro i bianconeri. Un calendario con impegni così ravvicinati impone quindi la massima cautela per evitare di andare incontro a un’assenza ancora più lunga.

Milan, Calhanoglu prossimo al rinnovo (Getty Images)
Hakan Calhanoglu (Getty Images)

Potrebbe interessarti – Milan, Calhanoglu è sempre più leader: altro record nel 2020

Grana per il Milan: Calhanoglu in dubbio per il Torino

Secondo quanto trapela dal Centro Sportivo situato a Carnago, oggi Calhanoglu si è regolarmente presentato a Milanello, dove però ha svolto solo lavoro in palestra, al pari degli altri compagni di squadra che ieri sono scesi in campo contro la Juventus. Nonostante tutto, il suo impiego contro i granata resta in dubbio, con ogni probabilità le riserve saranno sciolte solo all’ultimo.

Il numero dieci rossonero, infatti, ha rimediato una forte contusione alla caviglia proprio nell’ultima gara, che gli sta procurando non poco dolore. Se sarà necessario, il giocatore potrebbe stringere i denti, ma l’obiettivo dello staff medico è ovviamente di non forzare troppo se la situazione dovesse persistere nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *