Roma-Inter, Conte: “Cambi normali con una rosa importante, niente mercato in entrata”

Roma e Inter portano a casa un punto per parte sul terreno bagnato dell’Olimpico, Skriniar e Hakimi rischiano di beffare i giallorossi che, però, trovano il gol di Gianluca Mancini nel finale. Lorenzo Pellegrini, invece, ha aperto le marcature. Conte soddisfatto a metà.

Roma-Inter era un’importante prova di maturità. Sotto certi aspetti lo è stata davvero per le due compagini. Fonseca e Conte si dividono la posta in palio in un’Olimpico più bagnato che fortunato per i giallorossi che prima vanno in vantaggio con Pellegrini, poi si fanno rimontare dai nerazzurri – decisivi Skriniar e Hakimi – e poi trovano il pareggio nel finale con Gianluca Mancini. Un punto che, forse, non accontenta nessuno né smuove la classifica di entrambe le squadre. Conte guarda avanti, nella speranza di ritrovare la vittoria già al prossimo impegno:

Cosa è mancato per reggere la rimonta contro la Roma? I cambi hanno influito?

“Cosa manca…penso che sia stata una partita giocata bene da parte nostra, giocata contro la Roma che ha gli stessi obiettivi nostri. Venire qui e fare questo tipo di partita significa che siamo una squadra con una buona organizzazione e fisionomia. Vidal si è infortunato e ha chiesto il cambio, Lautaro ha dato tanto in 75 minuti e l’ho cambiato per farlo rifiatare. È la terza partita in 7 giorni che hanno giocato, i nerazzurri devono avere una rosa importante per ambire a obiettivi importanti. Non vedo perché non debba subentrare qualcuno dalla panchina”.

L’abbassamento di ritmo nel finale a cosa è dovuto?

“Penso che alla fine subentra l’ansia di un risultato importante che ti porta mentalmente a dire mi abbasso, invece noi dobbiamo stare alti sempre. A livello psicologico cerchiamo di mantenere il risultato, ma dobbiamo lavorare su questo con nostra struttura e fisionomia. Difficile trovare contromosse al nostro lavoro, l’ha detto Fonseca. Questo conferma il nostro lavoro in evoluzione.

Leggi anche – Inter, pari amaro con la Roma: bufera social. Conte sbaglia i cambi – FOTO

Roma-Inter, Conte: “Non c’è mercato in entrata, pensiamo soltanto a lavorare”

Roma-Inter, solo un pari per Conte (Getty Images)
Roma-Inter, solo un pari per Conte (Getty Images)

Forse la squadra alta ha creato qualche problema nella gestione delle energie?

“Proprio spesso e volentieri prendiamo gol perché andiamo a pressare in avanti. Tante volte la pressione la vogliamo fare alta e ci prendiamo qualche rischio. La linea alta concede gli attacchi alle spalle: qualche rischio in più per favorire il gioco. Bisogna avere le energie per farlo, tre partite in sette giorni e hanno giocato sempre gli stessi. L’energia viene a mancare negli ultimi 15 minuti, è normale. Si fa fatica e si paga dazio con un certo tipo di intensità di gioco”.

Vidal come l’ha visto, come mai è uscito? Dal mercato cosa si aspetta?

“Ha chiesto la sostituzione. Buona prestazione, è partito a rilento per poi salire di intensità. Bene anche nel collettivo. Di mercato quest’anno non parlo: il verbo volere non esiste. La linea del club è un’altra, molto chiara. Ogni tanto vedo che io voglio questo o quest’altro. Io invece non voglio nessuno. Dimenticate il discorso mercato perché non ci riguarda, che sia chiara questa cosa e non passino certi messaggi sbagliati. A me è stato detto questo. Bisogna solo lavorare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *