Nicola al Torino: i dettagli di una trattativa ancora non ufficializzata

E’ atteso ad ore l’annuncio dell’esonero di Giampaolo sulla panchina del Torino. Il successore potrebbe essere Davide Nicola, tecnico abituato a compiere imprese

Il pareggio casalingo contro lo Spezia è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Per il Torino è un momento estremamente delicato e la situazione in classifica è drammatica. Dopo 18 gare sono appena 13 i punti conquistati, solo uno in più del Crotone fanalino di coda. Un cammino deludente che ha portato Cairo alla decisione di esonerare Giampaolo, anche se ancora non resa ufficiale.

In questa stagione il tecnico di Bellinzona ha ottenuto solamente 2 vittorie, l’ultima contro il Parma per 3 a 0 lo scorso 3 gennaio e l’altra contro il Genoa per 2 a 1 del 4 novembre. 7 pareggi e nove sconfitte sono un trend troppo negativo, che alla fine portano alla decisione dei dirigenti di sollevarlo dall’incarico.

Leggi anche – Torino, Giampaolo esonerato: manca solo l’ufficialita’. Chi può sostituirlo

Nicola, i nodi da sciogliere sul contratto

Nicola Cairo
Nicola, i nodi contrattuali con Cairo (Getty Images)

Secondo le ultime informazioni riportate da Sky, il successore di Giampaolo sulla panchina del Torino dovrebbe essere Davide Nicola. Il tecnico potrebbe essere annunciato già nelle prossime ore, anche se al momento restano dei nodi da sciogliere.

In particolare, il problema più grande riguarda la durata dell’eventuale contratto. E’ presumibile che verrà fatto un contratto di 6 mesi, con opzione per un altro anno legato al bonus salvezza. C’è anche la possibilità che Cairo opti per un’offerta da un anno e mezzo, ma poi si presenterebbe il problema del doppio stipendio. A quel punto, infatti, il patron del club torinese dovrebbe pagare sia Nicola che Giampaolo, senza avere la certezza di rimanere in Serie A. Sono ore calde quindi e l’allenatore torinese scalpita.

Nicola, storia e curiosità del possibile edere di Giampaolo

Davide Nicola
Nicola possibile erede di Giampaolo (Getty Images)

Davide Nicola potrebbe essere il prossimo allenatore del Torino, chiamato a salvare la squadra da una situazione critica. L’allenatore classe ’73 nato Luserna San Giovanni, a pochi chilometri da Torino, alle imprese ci è abituato. La più grande è sicuramente quella compiuta nel 2017 con il Crotone. Tra aprile e maggio conquistò ben 20 punti, essenziali per la salvezza ottenuta con una rimonta da record. In quell’occasione, il tecnico scrisse una lettera commovente al figlio, scomparso 3 anni prima in un incidente.

L’ultima impresa è quella compiuta appena un anno fa sulla panchina del Genoa, che lo chiamò per salvare la squadra da una situazione di classifica precaria. Prese il posto di Thiago Motta e chiuse la stagione a 39 punti, più 4 dal Lecce terzultimo. Da calciatore ha militato una sola stagione nel Torino, ma fu memorabile: fu suo il gol del 3 a 1 nella finale dei playoff di Serie B contro il Mantova, che decise la promozione per il club piemontese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *