Calciomercato Atalanta, due difensori in partenza: le ultime

Calciomercato Atalanta, due difensori sono in partenza: non hanno convinto a pieno il tecnico Gasperini

Caldara Atalanta Milan
Caldara Atalanta Milan

L’Atalanta, dopo aver acquistato il terzino Maehle dal Genk si sta concentrando, prevalentemente, sulle cessioni. Hanno già salutato il team nerazzurro Joahn Mojica che è ritornato in Spagna (al Girona che lo ha mandato, nuovamente, in prestito all’Elche), l’attaccante Traorè che ha raggiunto il Manchester United di Ole Gunnar Solkjaer (dopo che la sua cessione era già stata ufficializzata nei primi giorni di ottobre) ed il portiere Carnesecchi che è stato mandato a farsi le ossa in cadetteria alla Cremonese. Pochi minuti fa è stata ufficializzata la fine del rapporto con l’altro terzino Cristiano Piccini. Lo ha comunicato il Valencia, club che ne detiene il cartellino, sul proprio sito ufficiale e sui vari profili social.

L’italiano, infatti, non ha pienamente convinto Gian Piero Gasperini ed è ritornato con gli ‘Els Che‘. Con la ‘Dea‘ è sceso in campo solamente in una occasione: nel match pareggiato in trasferta contro lo Spezia per 0-0. L’ex Fiorentina e Sporting Lisbona non è stato molto fortunato nella sua carriera calcistica, visto che è stato vittima di molti infortuni importanti (frattura della rotula e problema agli adduttori) tanto da rimanere fuori per più di un anno.

LEGGI ANCHE >>> Papu Gomez, futuro deciso: va in Spagna e resta in Champions League

Atalanta, Piccini torna al Valencia. Caldara a rischio

Piccini Valencia Atalanta
Piccini Valencia Atalanta

Senza dimenticare l’attaccante Papu Gomez che, ormai, è ai saluti (a breve verrà ufficializzato il suo passaggio in Liga con il Siviglia), l’Atalanta sta pensando di non riscattare alla fine di questa stagione il centrale Mattia Caldara. Attualmente in prestito dal Milan per 18 mesi, anche lui è particolarmente sfortunato con gli infortuni. Per tre mesi non ha potuto dare il suo contributo alla squadra per un problema al tendine rotuleo. Dopo il lockdown è stato schierato spesso titolare dal suo allenatore, fornendo anche ottime prestazioni.

Dall’inizio della nuova stagione ha giocato solamente due partite in Serie A. La dirigenza bergamasca sta pensando seriamente di non riscattarlo: i rossoneri vogliono almeno 15 milioni di euro. A riportare questa notizia sono i colleghi della carta stampata di ‘Tuttosport‘. Fino a questo momento la soluzione più probabile è l’addio con il centrale difensivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *