Juve-Spal, Pirlo: “Contenti di trovare l’Inter. Noi esempio per i giovani”

All’Allianz Stadium la Juventus cala il poker contro la Spal e strappa il biglietto per la semifinale di Coppa Italia. Andrea Pirlo ha commentato a caldo la vittoria dei suoi uomini

Pirlo Juventus Spal
Pirlo Juventus Spal

La Juventus batte la Spal e vola in semifinale di Coppa Italia. A Torino finisce 4 a 0 per i bianconeri, grazie alle reti di Morata su rigore, Frabotta, Kulusevski e Chiesa. Per gli uomini di Andrea Pirlo ora ci sarà nuovamente il derby d’Italia contro l’Inter, dove si cercherà la vendetta dopo la recente sconfitta in campionato.

Il tecnico bianconero è intervenuto ai microfoni della Rai al termine del match. Queste le sue parole: “Il nostro obiettivo era quello di passare il turno e lo abbiamo fatto contro una squadra in forma. Abbiamo affrontato la gara in modo attento e si è messa in discesa dopo pochi minuti. Giochiamo ogni 3 giorni ormai, siamo abituati. Dobbiamo comunque pensare una partita alla volta. Buffon? Sta bene e sta dimostrando tutti i giorni che può giocare ancora. Se rimane con noi ci farà molto piacere”.

GIOVANI ITALIANI – “La Juventus è stata la prima a fare una seconda squadra ed è stata una scelta azzeccata. Un conto è pescare i giocatori dalla Primavera e un altro è pescarli dalla seconda squadra, che gioca la Lega Pro. Le altre squadre dovrebbero adeguarsi”.

Leggi anche – Coppa Italia, highlights Juventus-Spal: gol e sintesi partita | VIDEO

Juventus-Spal, Pirlo commenta la vittoria

Juventus-Spal
Juventus Spal Pirlo

KULUSEVSKI – “Può giocare in più ruoli. Oggi per esigenza ha giocato in attacco, ma può fare la seconda punta, il trequartista o l’esterno largo. Sta in un buon momento, sia a livello fisico che mentale”.

FAGIOLI – “E’ un ragazzo molto interessante, che si allena con noi da qualche tempo. Può fare il regista, perché come me è cresciuto da trequartista ma è portato a costruire il gioco da dietro. Ha una grande visione di gioco e buona tecnica. Stasera ha fatto una grande partita”.

CLASSIFICA – “Quando sono arrivato il primo anno eravamo dietro e poi abbiamo vinto il campionato. La competizione è ancora lunga e il cammino dipende solo da noi. Inter? Siamo contenti di affrontarla. Il nostro obiettivo è anche la Coppa Italia e ci prepareremo al meglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *