Fiorentina, Commisso sullo stadio: “A queste condizioni non metto soldi”

Ieri è andato in scena l’incontro tra Commisso e il sindaco di Firenze sulla questione stadio. La posizione del numero 1 della Fiorentina è netta, come confermato da lui stesso attraverso i canali ufficiali della società

Commisso Fiorentina
Commisso stadio Fiorentina

La Fiorentina venerdì sfiderà l’Inter e sarà una partita delicata dal punto di vista della classifica. La Viola da ormai diversi anni vuole tornare ai vertici del calcio italiano, come ci aveva abituati anni fa. Per questo, la società è impegnata da tempo anche sul fronte stadio, tema delicato di cui ha parlato anche il presidente Rocco Commisso.

Attraverso il canale ufficiale del club, il patron americano ha fatto il punto della situazione dopo l’incontro con il sindaco di Firenze Dario Nardella. Queste le sue parole: “Ieri ho incontrato il sindaco e gli ho comunicato la mia posizione. A queste condizioni io non metto i soldi per lo stadio. Prima devono dirci quali sono i tempi necessari per rifare il Franchi e che tipo di controllo avrà la Soprintendenza. Non ho intenzione di stare sotto il loro potere”.

Leggi anche – Monza, colpo dalla Fiorentina con la promozione: Galliani l’ha contattato

Commisso valuta altre ipotesi per lo stadio della Fiorentina

Commisso stadio
Commisso stadio alternative

In casa Fiorentina c’è la questione stadio a tenere banco. Il Franchi, tuttavia, potrebbe non essere l’unica soluzione per il futuro del club toscano, come confermato da Commisso: “Abbiamo parlato anche dell’opportunità di costruire il nuovo stadio a Campi Bisenzio. Il sindaco mi ha dato la parola che non metterebbe il bastone tra le ruote qualora spingessi per questa ipotesi. La società vuole avere più di una pista percorribile”.

Poi conclude: “Non so quanto ci vorrà per rifare il Franchi, se si farà. I tifosi della Fiorentina aspettano da tempo tempo una casa degna del blasone del club io devo pensare a questo. Ora mi aspetto che anche Eugenio Giani, presidente della Regione. ci aiuti a portare avanti il progetto di Camo Bisenzio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *