Papu Gomez, nessun tiro e 50 tocchi in un’ora: come è andata la prima al Siviglia

Papu Gomez ha debuttato con la maglia del Siviglia. Ha giocato un’ora nella sfida di Copa del Rey contro l’Almeria per poi lasciare il posto all’ex Milan Suso. I numeri della sua prestazione

Papu Gomez, 50 tocchi in un'ora: come è andata la prima al Siviglia
Papu Gomez, 50 tocchi in un’ora: come è andata la prima al Siviglia

Il “Papu” Gomez ha debuttato con la maglia del Siviglia. Il tecnico Lopetegui, che si conferma quasi imbattibile nelle partite secche da dentro o fuori, l’ha schierato dal primo minuto nel quarto di finale di Copa del Rey in casa dell’Almeria. L’argentino è uscito allo scoccare dell’ora di gioco, per far posto a Suso, che pochi minuti dopo ha servito a Ocampos l’assist per la rete della vittoria. Il Siviglia si è imposto per 1-0 e ha raggiunto così la semifinale.

Nel solo primo tempo, Gomez ha creato due occasioni da gol come l’ex Barcellona Ivan Rakitic: nessuno ha fatto meglio fino all’intervallo. Complessivamente, l’argentino non è mai andato al tiro in sessanta minuti di presenza in campo. Secondo i dati Sofascore, ha completato due dei quattro dribbling tentati. Ha toccato 50 palloni e distribuito 27 passaggi accurati su 28. Spiccano i quattro cross accurati e i due passaggi chiave per mandare al tiro un compagno. Palla a terra, ha vinto solo due duelli su dodici e ha perso il possesso del pallone in quindici occasioni. Saltato due volte, ha commesso anche due falli.

Leggi anche – Papu Gomez al Siviglia, la presentazione con dedica speciale – Foto

Papu Gomez esordio a Siviglia: lontani i numeri all’Atalanta

Senza strafare, ha mostrato di essersi integrato. Anche se, in questa prima presenza nella nuova squadra in cui si è mosso da ala sinistra classica con qualche incursione nel corridoio più interno, non ha lasciato quel segno tipico dei suoi giorni migliori con la maglia dell’Atalanta. Nel suo periodo con la maglia nerazzurra, ovvero dal 2014, Gomez ha infatti fornito più assist di chiunque altro in Serie A.

Nelle sue sei stagioni in nerazzurro, infatti, culminate con la storica qualificazione in Champions League e il quarto di finale dell’anno scorso, ne ha distribuiti ben 58 in 315 presenze. Ovvero sette in più dei più immediati inseguitori in questa particolare classifica, Miralem Pjanic e Dries Mertens (51).

Inoltre, da quando l’agenzia Opta/Stats Perform raccoglie questo tipo di dati, l’argentino ha firmato nella scorsa stagione il record di assist in un solo campionato in Serie A. Ne ha infatti serviti 16, uno in più di Luis Alberto che ha comunque battuto il suo primato personale in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *