Barella, quando un mediano fa sognare: le statistiche premiano il centrocampista

Barella, da nuovo arrivo a certezza nerazzurra. Il centrocampista ex Cagliari ci ha messo davvero poco a diventare importante nell’Inter di Conte: un plauso arriva anche dalle statistiche.

Barella, il centrocampista fra i migliori in Europa per assist (Getty Images)
Barella, il centrocampista fra i migliori in Europa per assist (Getty Images)

Nicolò Barella sta prendendo per mano l’Inter: l’ex Cagliari dimostra di avere un feeling particolare con Antonio Conte e i colori nerazzurri. Il centrocampista sembra essersi adattato al meglio al nuovo corso, il salto di qualità rispetto agli anni in Sardegna – dove già prometteva bene – è evidente. Imposta, crea e soprattutto segna: un giovane duttile e voglioso già entrato nel cuore dei tifosi e nelle classifiche. A tal proposito comincia a essere preso sul serio anche a livello europeo, buon campanello d’allarme per il CT Roberto Mancini che se lo coccola in vista dei prossimi Europei. Il calciatore nerazzurro, infatti, figura nella top 10 degli assist-men insieme a gente del calibro di De Bruyne e Bruno Fernandes.

Leggi anche – Fiorentina-Inter, Stellini: “Barella come Conte, noi concentrati solo sul campo”

Barella sempre più uomo squadra: anche lui nella top 10 degli assist-men

Barella, colonna portante nel centrocampo dell'Inter (Getty Images)
Barella, colonna portante nel centrocampo dell’Inter (Getty Images)

Per Conte è solo una splendida conferma: lui che l’ha voluto strenuamente, insieme all’altro “diamante grezzo” – così l’ha definito in più di un’occasione – Lukaku, non può prescindere dalle sue doti. In mezzo al campo Barella è uno che risolve le questioni più spinose: non sempre fa il lavoro sporco, ma riesce a disegnare traiettorie con il pallone che neanche un architetto. Infatti l’ex rossoblu è più un geometra: tratteggia il sentiero più appropriato per i compagni che devono solo seguirlo per trovare la soluzione ottimale. “Palla a Barella e poi ci pensa lui”, anche i tifosi cominciano a capirlo.

Fra i sostenitori interisti Barella macina consensi e si avvicina sempre più a essere uno degli idoli di questo club, per fare la storia nerazzurra ci vuole tempo. “Il ragazzo si farà”, diceva qualcuno, intanto il mediano e fantasista ha sfatato i pregiudizi cominciando a indossare la maglia nerazzurra come un doppiopetto: classe che ritroviamo anche nei piedi. Lo dimostrano i numeri e le statistiche. Non c’è più tempo per stupirsi. Fra i grandi, ora, c’è anche un posto per Nicolò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *