Morro Garcia suicida, tragedia in Argentina: il cordoglio del Godoy Cruz

Morto Santiago Morro Garcia. L’attaccante argentino, miglior cannoniere nella storia del Godoy Cruz, si è suicidato

Tragedia in Argentina, "Morro" Garcia si toglie la vita: il cordoglio del Godoy Cruz
Tragedia in Argentina, “Morro” Garcia si toglie la vita: il cordoglio del Godoy Cruz

Santiago Damian Garcia Correa, detto il “Morro”, si è suicidato nella sua casa di Mendoza. La notizia è stata confermata dal Ministerio de Seguridad argentino. Con 51 gol, era il cannoniere più prolifico della squadra del Godoy Cruz.

Tuttavia, era da tempo depresso e si era per questo sottoposto a un trattamento psichiatrico. Secondo le ricostruzioni che filtrano dai media argentini si sarebbe sparato un colpo in testa.

L’attaccante uruguayano si era fatto notare nelle selezioni giovanili della Celeste, con cui aveva disputato i Mondiali Under 20 del 2009. Ha giocato anche nell’Internacional di Porto Alegre prima di arrivare al Godoy Cruz. Con il club di Mendoza, è risultato capocannoniere della prima divisione argentina nel 2017.

Il presidente del club però, José Manzur, gli aveva detto che non sarebbe stato tenuto in considerazione per questa stagione. Non è chiaro se la separazione dalla squadra e dalla famiglia, rimasta a Montevideo, che non vedeva a causa delle restrizioni per il Covid, possa averlo spinto al gesto estremo.

Leggi anche – Calciatori e depressione: Ilicic e non solo, gli altri casi poco conosciuti

Morto Morro Garcia, il ricordo del Godoy Cruz

C’erano però altre squadre che avevano manifestato interesse per lui, scrive Olé, come Velez, Estudiantes e Gimnasia.

“Sei stato un eroe, un goleador, un amico, uno di famiglia. Oggi diventi infinito ed eterno per tutti noi. Grazie di tutto, Morro, per tutta l’allegria che hai dato al nostro popolo” ha scritto il Godoy Cruz ricordando il bomber.

“Morro”, il cui corpo è stato scoperto da un amico preoccupato perché non gli rispondeva al telefono, all’Internacional aveva ritrovato anche Abel Hernandez, peraltro suo compagno di camera al Mondiale Under 20. “Ti ho sempre ammirato, sei stato e sarai sempre il miglior attaccante della nostra generazione” ha scritto l’ex Palermo. “Ti ricordo con l’allegria e la gioia che ci trasmettevi sempre. Riposa in pace goleador“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *