Italiano tra la salvezza ed il Napoli: “Cresciuto nel mito di Maradona”

Italiano, allenatore dello Spezia, ai microfoni di ‘Radio Marte’ ha avuto modo di parlare dei bianconeri, del mito di Maradona e del suo rapporto con il Napoli. 

Italiano
Vincenzo Italiano (Getty Images)

Dopo 21 giornate di campionato, la sua squadra è in piena lotta per non retrocedere ed ha a 6 punti di distanza la terzultima in classifica. Cinque vittorie e sei pareggi, frutto di un gruppo unito e di un collettivo che esprime un buon calcio. Chi è stato capace finora di fare ciò è lo Spezia di Vincenzo Italiano. Al suo primo anno in Serie A, il tecnico bianconero è riuscito a raccogliere grandi consensi per quanto fatto finora. Risultati che, secondo alcune voci di mercato, avrebbe suscitato l’interesse di alcuni club per lui. Per il tecnico italo tedesco esiste solo lo Spezia al momento anche se, il prossimo futuro, si prospetta roseo e ricco di soddisfazioni.

Leggi anche: Serie A ESCLUSIVO CT, valzer di panchine: da Italiano a De Zerbi

Italiano, tra salvezza ed il mito di Maradona

Italiano
Vincenzo Italiano (Getty Images)

La soddisfazione più grande per un allenatore è quando viene riconosciuto il proprio lavoro. E ‘ il caso anche di Vincenzo Italiano che, durante la trasmissione a ‘Radio Marte’ ha detto: “Fa piacere essere seguito perché vuol dire che stiamo lavorando bene e che le cose vanno per il verso giusto. All’inizio nessuno scommetteva su questa squadra ma ora stiamo lavorando bene e togliendoci grandi soddisfazioni. Grazie a un gruppo di ragazzi straordinario stiamo facendo un ottimo lavoro. Noi abbiamo fatto una scelta all’inizio con il direttore di avere una rosa ampia, specialmente per il COVID-19 e per la partenza in ritardo. Abbiamo scommesso su questo, chiaramente il lavoro in settimana è più difficile. Ma se tutti si sentono inseriti nel progetto puoi riuscire anche a fare due formazioni e chiamare in causa chiunque, perché dimostrerà il suo lavoro”.

Al tecnico dello Spezia viene anche chiesto un parere sul momento negativo del Napoli e della visita fatta da De Laurentiis negli spogliatoi dopo la gara di campionato. “In questo momento la squadra però è in lotta per tutte le competizioni: se riesce a concretizzare quanto crea può vincere e dominare le partite. De Laurentiis? Quando mi è stato detto che stava arrivando il presidente del Napoli a fare i complimenti alla squadra pensavo fosse uno scherzo, invece si presentò negli spogliatoi. Fu motivo di orgoglio e di enorme piacere, è venuto a fare i complimenti per quello che stiamo facendo. Ci siamo presi questo attestato di stima, siamo orgogliosi di questo”.

Gli aneddoti azzurri e Maradona

Vincenzo Italiano è sempre stato ritenuto anche un calciatore tatticamente molto utile ed infatti, negli anni della Serie C, Marino voleva portalo a Napoli. Un trasferimento che per poco non avvenne, come confermato dall’attuale allenatore dello Spezia: “Sì, confermo, nel periodo della Serie C del Napoli il direttore Marino ha cercato di portarmi lì, io ero al Verona in Serie B e lottavamo per un traguardo e non se ne fece nulla”.

L’attuale tecnico dei liguri è però molto legato alla città partenopea, soprattutto per il simbolo calcistico che rappresenta la città, ovvero Diego Armando Maradona. Proprio su questo, Italiano ha detto: “Sono cresciuto con il mito di Maradona, correvo per guardare 90° minuto e avevo un poster a grandezza naturale con la maglia del Napoli e la fascia di capitano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *