Champions League, presentato il pallone per la fase finale: le foto

La Champions si appresta a vivere la sua fase finale. Martedì al via gli ottavi con un nuovo pallone che Adidas ha presentato ufficialmente: le particolarità della sfera.

Champions League, presentato il nuovo pallone (Getty Images)
Champions League, presentato il nuovo pallone (Getty Images)

Martedì torna la Champions League. La seconda fase della competizione, che comincia con gli ottavi di finale, come di consueto vedrà un primo – importante – cambiamento: il pallone. Ogni anno, infatti, la Adidas (sponsor della UEFA Champions League) realizza una sfera particolarmente interessante e funzionale per la fase finale della competizione. Rimangono le punte bianche, ormai celebri in relazione al logo del torneo, ma cambierà lo sfondo. Ci saranno impresse immagini stilizzate delle migliori finali degli ultimi vent’anni: un viaggio artistico da Milano 2001 a Istanbul 2020. Roba da nostalgici in grado di emozionarsi non solo per una giocata. Il nuovo esemplare di pallone, dunque, rotolerà fra i piedi dei campioni internazionali.

Leggi anche – UEFA, rivoluzione Champions League: 36 squadre e 100 partite in più

Champions League, presentato il nuovo pallone: le foto ufficiali

Champions League, presentato il pallone ufficiale per la fase finale (Getty Images)
Champions League, presentato il pallone ufficiale per la fase finale (Getty Images)

Occasione anche per rivivere, almeno guardandolo, i momenti più belli legati alla competizione: privilegiata anche la dinamicità dell’oggetto per far sì che ci sia ancora più effetto sulle conclusioni a giro. Spettacolo e tradizione. La Champions League non delude mai e neppure l’Adidas in grado di trovare – anno dopo anno – una chiave di lettura diversa: “Rivivi le migliori finali con il pallone ufficiale della UEFA Champions League”. Questo il claim definitivo che ha già smosso i cultori e gli appassionati di questo sport. Non appena sarà messo sul mercato, in concomitanza con l’inizio della seconda fase del torneo, saranno in molti a comprarlo.

Le prime foto spopolano sui social network. Situazione particolare che richiama all’attenzione tempi passati ma non così remoti: momenti in cui c’era il pubblico allo stadio, quest’anno dovrà vedere tutto da casa, quindi potrà prestare più attenzione ai dettagli. Pallone compreso, perché – anche per rotolare in rete – ci vuole pur sempre un certo stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *