Rooney, un ex Lazio racconta: “Lo derubai per far mangiare la mia famiglia”

Un ex giocatore della Lazio ha rivelato di aver derubato Wayne Rooney ai tempi del Manchester United per dar da mangiare alla propria famiglia 

Rooney furto Manchester United
Rooney furto Manchester United

In uno spogliatoio può succedere di tutto, ne sa qualcosa Wayne Rooney, che nella sua carriera avrà assistito a qualsiasi tipo di scena prima, durante e dopo una partita nei meandri degli stadi. La leggenda del Manchester United ha dovuto affrontare anche un furto durante la sua esperienza con la maglia dei Red Devils e la storia è stata raccontata durante una live social da un suo ex compagno.

Il protagonista della vicenda è Ravel Morrison, ex promessa giamaicana che ha vestito anche la maglia della Lazio dal 2015 al 2017. Cresciuto nelle giovanili del Manchester United, il giovane trequartista riesce a debuttare anche in prima squadra, dove conta 3 presenze. Di lui dicono tutti un gran bene, tanto che lo stesso Rooney qualche anno fa ammise: “A quei tempi era più forte di Pogba. Sfortunatamente la sua carriera ha preso una piega sbagliata e ora, a soli 28 anni, è persino svincolato.

Leggi anche -> Paolo Rossi, shock a Vicenza: derubati cimeli dallo stadio. I dettagli

Rooney derubato da Ravel Morrison: il racconto dell’ex Lazio

Ravel Morrison furto Rooney
Ravel Morrison furto Rooney

Il d.s. Tare tentò di far sbocciare il suo talento portandolo in biancoceleste, ma la scommessa fu persa e i biancocelesti lo prestarono al QPR, all’Atlas e infine lo vendettero all’Ostersund, squadra svedese. E’ lo stesso Morrison a ricordare di un episodio specifico ai tempi del Manchester United, durante una live social con ospite Rio Ferdinand, altra leggenda del club.

“Ti ricordi quando mi hanno cacciato dallo spogliatoio per aver rubato i tuoi scarpini?”, esordisce l’ex United, Subito dopo aggiunge: “Il mio stipendio era quello di un calciatore delle giovanili, perché all’epoca ero ancora un ragazzino. Se fossi riuscito a rivendere un paio di scarpini avrei guadagnato circa 250 sterline, se ne prendevo due almeno 500″.

Il racconto prosegue: “Potevo portare la mia famiglia al ristorante cinese. Vedevo voi che avevate 30 scarpini e io non volevo fare del male a nessuno, ma quando ho visto che a te e a Rooney ne consegnavano venti o trenta paia alla volta allora ho pensato di rubarne uno per mettere il cibo a tavola per la mia famiglia. Sapevo che per voi non sarebbe stato un problema”. Un intento nobile, ma con il metodo sbagliato, che costò caro a Morrison, ceduto nel 2012 al West Ham. La sua carriera, costellata di enormi delusioni, forse, sarebbe stata diversa senza quel furto di scarpini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *