Ines Trocchia in Ferrari: décolleté mozzafiato “a bordo” del Cavallino | FOTO

Ines Trocchia ammalia i follower con uno scatto particolarmente stuzzicante e inedito. La celebre indossatrice si fa immortalare distesa su una Ferrari nella splendida cornice di Dubai: la foto è irresistibile. Décolleté mozzafiato.

Ines Trocchia, foto da urlo per i followers (Getty Images)
Ines Trocchia, foto da urlo per i followers (Getty Images)

Il fascino di Dubai, la bellezza di Ines Trocchia. La stilista capita spesso negli Emirati Arabi per alcune campagne pubblicitarie che porta avanti: la celebre modella, spesso, veste i panni anche di ambassador per celebri brand fra vestiti e accessori. L’ultima trovata è in relazione alla Ferrari: il Cavallino Rampante è sempre stato sinonimo di glamour e simbolo di tendenza. Blasone che ha evidenziato anche un certo status quo: la nota casa automobilistica è un simbolo che rispecchia il gusto e il benessere economico e sociale nella potenza della cilindrata e nel garbo dell’architettura automobilistica. Il giusto connubio fra stile, eleganza e meccanica.

Leggi anche – Sara Croce, divina in bianco e nero: décolleté esplosivo | FOTO

Ines Trocchia, che fisico in Ferrari: la foto conturbante

Quando c’è di mezzo la bellezza, Ines Trocchia non si tira indietro: l’indossatrice, in quel di Dubai, posa leggiadra e ammaliante sul cofano di una Ferrari lucida e fiammante. La spiaggia sullo sfondo fa il resto: décolleté sinuoso e gambe mozzafiato aggiungono credibilità a un’icona senza tempo. I follower restano a bocca aperta e la Trocchia li ripaga con una vera e propria sequenza di scatti unici. Così come unico è l’esemplare di Ferrari al cospetto del pubblico social.

Donne e motori non sempre è uno stereotipo: il binomio può suscitare anche coinvolgimento e interesse se posto in maniera originale e palesemente invitante. Proprio come in questo caso: la Trocchia pare proprio a suo agio, pronta a sfrecciare nei cuori degli appassionati di automobilismo e arte. Le forme della modella non prestano mai il fianco alla volgarità ma incentivano la voglia di scrutare sempre nuove mete: non solo a livello paesaggistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *