Milan-Inter, parla Pioli: “Ibra-Lukaku? Tutta la vita Zlatan. Siamo pronti!”

Milan-Inter è il big match di giornata ma anche uno scontro scudetto che da tempo non si vedeva a Milano. A parlare del derby è il tecnico rossonero Pioli, che esalta Ibrahimovic. 

Milan-Inter
Stefano Pioli (Getty Images)

Dopo anni bui e difficili, il derby di Milano ritorna ad essere un match determinante per la vittoria finale del campionato. Pioli contro Conte ma soprattutto, Ibrahimovic contro Lukaku. Scontri visti e rivisti che però dovrebbero portare ad esaltare nuovamente la forza di due grandi giocatori e il collettivo di entrambi. Un match a cui i tifosi, causa covid-19, non potranno assistere da vicino. Proprio su questo punto, il tecnico rossonero nella conferenza pre-gara ha detto: “Continuano a dimostrarsi davvero speciali. È un dispiacere enorme non poter giocare in un San Siro stracolmo di entusiasmo e di passione, non ci abitueremo mai. Loro però sono sempre vicini, ci danno tanta forza. Speriamo possa essere l’ultimo derby senza pubblico”. Il tecnico rossonero ha ben in mente gli obiettivi della squadra e li conferma: “Il nostro obiettivo è solo continuare così e dare il massimo. Siamo contenti di essere la grande sorpresa del campionato, sappiamo da dove siamo partiti, sappiamo di avere molti punti in più dell’anno scorso. Nessun obiettivo a lungo termine, ma solo a breve termine, a cominciare dalla partita di domani”.

Leggi anche: Milan, nuova assenza per il derby: Pioli perde un giocatore per infortunio

Milan-Inter, parola a Pioli

Milan-Inter
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Milan-Inter è anche l’occasione per i giocatori rossoneri di potersi riscattare dopo due inopinate prestazioni. Su quest’aspetto, il tecnico rossonero ha detto: “È importantissima perché abbiamo la possibilità di riprenderci la vetta dopo averla tenuta per 20 giornate, ma non sarà decisiva. Ci sono ancora 45 punti a disposizione dopo. Io ho sempre creduto tantissimo nella qualità dei miei giocatori e nell’ambizione del club. Domani sarà un derby come non si vedeva da tempo, con una classifica bellissima per entrambe le squadre. Siamo concentrati e volenterosi di fare una grande partita”.

Le ultime due prestazioni non hanno convinto molto, mettendo in evidenza soprattutto grossi problemi in fase difensa. Errori che rischiano di essere riproposti contro Lukuku. Su tale aspetto, Pioli ha asserito: “Nelle ultime due partite non abbiamo fatto benissimo a livello tecnico e di solidità difensiva, ma non è stata questione di un singolo giocatore o di un singolo reparto. Dovremo essere compatti, vicini, per poi attaccare bene. Confronto con Ibra? Mi tengo Zlatan tutta la vita, con tutto il rispetto per Lukaku che è un grandissimo”.

Ibrahimovic e l’Inter

Contro la squadra di Antonio Conte, c’è anche la possibilità di rimettere in mostra il lavoro svolto finora a Milanello. Una crescita sostanziale che potrebbe consentire al Milan di ritornare a vincere uno scudetto dopo dieci anni. Dal canto suo però, Pioli cerca di inquadrare il match come lo scontro tra due collettivi e non tra grandi calciatori. “Dovrà essere una partita del collettivo- dice Pioli – che può far esaltare il singolo. Noi dobbiamo giocare bene perché lo sappiamo fare, poi le giocate di Zlatan sicuramente ci possono aiutare. L’Udinese in concomitanza con Sanremo? La nostra testa è solo sul derby, al resto penseremo più avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *