Fiorentina-Juventus: Pirlo scioglie l’ultimo dubbio a centrocampo

Aaron Ramsey è favorito su Weston McKennie per un posto a centrocampo. Vista l’assenza di Chiesa il gallese dovrebbe schierarsi sulla destra. Kulusevski favorito a sinistra, al centro Arthur e Rabiot

Aaron Ramsey
Aaron Ramsey (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images )

Si disegna il nuovo centrocampo della Juventus, in vista del prossimo impegno di campionato. La formazione bianconera, reduce dalla convincente vittoria del turno infrasettimanale contro il Parma, va a fare visita a una Fiorentina ferita e al tempo stesso intenzionata a dare fastidio agli storici rivali, in vista della lotta per un posto in Champions League.

Andrea Pirlo deve fare i conti con il solito gruppo di infortunati, del quale fanno parte questa volta (tra gli altri) Federico ChiesaDanilo. Due assenze che costringono il tecnico bianconero a ridisegnare ancora una volta l’undici di partenza. Soprattutto per quanto riguarda il centrocampo, in cui Aaron Ramsey dovrebbe ritrovare una maglia da titolare dopo qualche gara in panchina.

Leggi anche >>> Fiorentina-Juventus, Pirlo annuncia due titolari: le dichiarazioni

Fiorentina-Juventus, Aaron Ramsey in rampa di lancio

McKennie parte dalla panchina (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il centrocampista gallese non gioca una gara da titolare dallo scorso 6 marzo, quando fu schierato dal primo minuto contro la Lazio. In mezzo ci sono state appena tre presenze, tutte dalla panchina per un totale di 41 minuti tra TorinoGenoaParma. Ma ora sembra essere scoccata l’ora dell’ex Gunner.

A fargli posto nella linea di centrocampo disegnata da Pirlo per affrontare i viola sarà Weston McKennie, dato in ballottaggio con Ramsey fino all’ultimo. L’ex giocatore dello Schalke 04 verrà utilizzato a gara in corso, probabilmente proprio al posto del gallese.

A completare la linea mediana ci penseranno Dejan Kulusevski, che agirà sulla fascia destra proprio al posto di Chiesa, oltre alla coppia centrale composta da ArthurAdrien Rabiot, quest’ultimo considerato ormai da Pirlo come un titolare inamovibile per il suo centrocampo.