Allegri-bis, come cambia la Juventus: le scelte dei big

Massimiliano Allegri ha presentato le prime scelte alla Juventus per il suo ritorno. Ecco la situazione legata a Chiellini.

allegri juventus
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Il ritorno alla Juventus di Massimiliano Allegri ha riattivato l’ottimismo dei tifosi bianconeri. Dopo la stagione fallimentare sotto la guida di Andrea Pirlo, in casa Juventus è tempo di rivoluzione. La prima ha riguardato il quadro dirigenziale della società, con l’addio di Fabio Paratici, uno dei maggiori promotori della figura di Pirlo come allenatore.

Massimiliano Allegri ha scelto di sposare nuovamente la Juventus, nonostante l’interesse di Club importanti come il Real Madrid. In attesa di conoscere il destino dei giocatori al centro delle maggiori questioni di calciomercato, su tutti Cristiano Ronaldo, il tecnico toscano ha già presentato le prime richieste alla società bianconera. Nonostante sia stato finalizzato da poche ore l’accordo per il ritorno alla Juventus è possibile capire come sarà la nuova Juventus di Allegri.

Leggi anche – Juventus, a volte ritornano in panchina: i precedenti da Rosetta ad Allegri

La nuova Juventus di Allegri, le prime scelte

Bonucci Chiellini
Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini (Getty Images)

L’idea di Massimiliano Allegri sarebbe quella di ricominciare dai senatori dello spogliatoio della Juventus. In particolare, l’arrivo del tecnico toscano porterà lo sprint decisivo per il rinnovo sino al 2022 del difensore Giorgio Chiellini ed allontanerebbe le sirene di una cessione di Leonardo Bonucci. Diversa la situazione legata a Cristiano Ronaldo: sul portoghese pesa anche il fattore economico, ed una sua cessione potrebbe contribuire a risanare le casse del club bianconero.

CR7 e Allegri si incontreranno prima dell’inizio della stagione, per pianificare nel modo migliore la gestione del giocatore. La cessione di Ronaldo non sarebbe un dramma per Massimiliano Allegri, che naturalmente stima il giocatore, ma potrebbe rinunciarci nel nome di una crescita collettiva della squadra. Un giocatore che scalerà gerarchie di ruolo sarà Paulo Dybala, che potrebbe diventare il giocatore centrale della nuova Juventus di Allegri, senza l’ombra di Cristiano.

Nelle precedenti gestioni di Allegri la Joya argentina era un giocatore fondamentale dei bianconeri, come non è stato nei successivi campionati firmati Sarri e Pirlo. Dybala potrebbe essere il valore aggiunto della nuova Juve di Allegri, che punterà naturalmente sulla valorizzazione dei giovani. Kulusevski e Chiesa saranno alla prima esperienza con Allegri. È facile immaginare che il tecnico punterà sulla loro crescita per riportare in alto la Juventus.