Infortunio Zaniolo, la confessione del romanista: “Dovrò ringraziarlo per sempre”

Infortunio Zaniolo, il fuoriclasse giallorosso torna a parlare del suo stop forzato: il 21enne di Massa deve la sua ripresa a una persona.

Infortunio Zaniolo confessione (Getty Images)
Infortunio Zaniolo confessione (Getty Images)

Il “Sogno Azzurro” comincia ma senza Nicolò Zaniolo. Roberto Mancini ha preferito lasciarlo a casa dopo una stagione che l’ha visto poco in campo con la Roma a causa degli infortuni: il 22 giallorosso, però, torna a parlare dopo quel brutto periodo e non dimentica chi gli è stato vicino nei momenti difficili.

In particolare dopo quell’Olanda-Italia che ha visto riacutizzarsi in maniera importante i suoi problemi fisici, settembre nero per il centrocampista offensivo. Mancini ha fatto la differenza: il CT ha supportato il ragazzo immediatamente dopo il secondo infortunio. Stavolta la Nazionale la vedrà da casa, ma non dimentica le parole del Commissario Tecnico: “Stai tranquillo, non ti preoccupare, è solo una distorsione. Così mi diceva, nonostante sapessimo tutti quale fosse il referto”.

Leggi anche – Zaniolo volta pagina: il nuovo amore del romanista

Infortunio Zaniolo, il fuoriclasse ammette: “Non ce l’avrei mai fatta senza il suo aiuto”

Nicolò Zaniolo (Getty Images)
Il supporto di Roberto Mancini a Zaniolo (Getty Images)

Il CT voleva evitare di agitarlo, o peggio che cadesse in preda allo sconforto. Zaniolo è tornato in forma anche grazie a quelle parole: niente Europeo, ma ha la consapevolezza che il Mancio ha la sua fiducia: appena tornerà a disposizione, il CT non esiterà a convocarlo.

Tuttalpiù che c’è un altro romanista doc nel gruppo azzurro: l’ex centrocampista Daniele De Rossi, che ha aiutato molto il giovane fuoriclasse nei primi anni a Roma. Nicolò Zaniolo vede giallorosso, ma anche azzurro: “Cercheremo di riportare l’Italia dove merita, la Nazionale degli ultimi mesi ha dimostrato di essere pronta. Non siamo quelli del 2018 contro la Svezia”, ha concluso il 21enne.