Del Piero ricorda il 4 luglio al Mondiale 2006: messaggio all’Italia di Mancini

Alessandro Del Piero ricorda i Mondiali 2006 e la partita vinta contro la Germania: la carica per l’Italia di Mancini.

alessandro del piero
Alessandro Del Piero (GettyImages)

Sono trascorsi 15 anni da quella magica estate. La Nazionale del 2006 è rimasta nel cuore di milioni di italiani, per la grinta e l’orgoglio mostrato durante le partite. E poi erano 24 anni che non si vinceva un Mondiale.

Dopo 15 anni, Alessandro Del Piero ricorda la meravigliosa partita contro la Germania, quella in cui ha siglato il suo unico gol della Coppa del Mondo. Una marcatura che congelò definitivamente il match terminato ai tempi supplementari. Impossibile dimenticare quella corsa e quell’assist di Gilardino che, senza neanche guardare il compagno, riuscì a metterlo davanti al portiere tedesco.

E oggi, Del Piero ha ricordato il 4 luglio del 2006, confrontandolo con il momento attuale: “Ieri come oggi, forza Azzurri“.

Leggi anche >>> Italia-Spagna, arbitra Felix Brych: perché non porta bene al calcio italiano

Del Piero e i Mondiali del 2006: “Ieri come oggi”

del piero mondiali 2006
Alessandro Del Piero ai Mondiali 2006 (GettyImages)

L’ex attaccante ora opinionista ha celebrato il giorno del suo indimenticabile gol alla Germania. Si giocava a Dortmund e la Nazionale di Klinsmann partiva favorita per il supporto del proprio pubblico. Ma quel 4 luglio l’Italia disputò una partita perfetta, soprattutto a livello difensivo. E allora, Del Piero ha voluto ricordare quella semifinale con queste splendide parole: “Una notte magica e indimenticabile. Gol, vittoria contro i tedeschi e valigie pronte per andare a Berlino“.

Ma in un’estate così particolare e ricca di emozioni colorate d’Azzurro, Alex ha voluto caricare anche l’attuale Nazionale di ct Mancini: “Ieri come oggi, forza Azzurri. Andiamo a Wembley e conquistiamo la finale“.

L’Italia dovrà affrontare la Spagna, proprio nello stadio di Londra dove si disputeranno le due semifinali e la finale. L’appuntamento è rimandato al 6 luglio. Dopo 15 anni, la Nazionale di calcio italiana potrebbe tornare a vincere un trofeo internazionale. Ma prima, c’è da superare un primo ostacolo: la Roja.