Nuovo presidente River Plate, la candidatura dell’ex Juve

Dopo atto anni di mandato alla presidenza del River Plate, Rodolfo D’Onofrio l’ascia l’incarico. Spunta la candidatura di un ex Juve.

River Plate
Il River Plate sul campo del Boca Juniors (Getty)

Si terranno nel prossimo mese di dicembre le elezioni per il nuovo presidente del River Plate. Rodolfo D’Onofrio lascia l’incarico dopo ben otto anni e il suo successore potrebbe avere come su vice un ex attaccante della Juventus e stella del calcio mondiale.

La squadra argentina, oltre a una nuova presidenza, avrebbe bisogno di una profonda ristrutturazione. Questo è il programma del candidato Antonio Caselli, che ha deciso di inserire nella sua lista un nome importante che potrebbe trainarlo alla vittoria delle elezioni.

Una successione che arriva in un momento sportivo molto positivo per il club argentino che è saldamente in testa al campionato. Con 43 punti, il River Plate guida la classifica con 7 punti di vantaggio sul Talleres e ben 13 sugli eterni rivali del Boca Juniors.

Leggi anche: Il River Plate vince senza portiere: c’è un incredibile precedente

River Plate, un’ex stella della Juventus in corsa per la presidenza

Trezeguet
David Trezeguet (Getty Images)

David Trezeguet, avrebbe deciso di appoggiare la candidatura di Antonio Caselli. Se Caselli dovesse riuscire ad essere eletto come nuovo presidente del River, l’ex stella della Juventus diventerebbe il suo vice.

L’ex attaccante francese, a tal proposito, avrebbe deciso di dimettersi dal ruolo di Brand Ambassador della Juventus per intraprendere la carriera da dirigente. Ha scelto di cominciare proprio dall’Argentina dove aveva concluso la sua carriera da calciatore.

Trezeguet, infatti, aveva vestito la maglia dei ‘Milionarios‘ nel suo ultimo anno di attività, giocando in Argentina dal 2012 al 2013. L’ex bianconero ha dichiarato: “Il River Plate è strutturato male“.

Pronto a mettere a disposizione la sua esperienza in Europa, ha poi aggiunto: “Il dialogo con i club che vengono a cercare i nostri giocatori è molto importante per saper curare gli interessi della società”.