Genoa, Shevchenko ha le idee chiare: la richiesta per stravolgere la formazione rossoblu

Andriy Shevchenko è stato presentato come nuovo allenatore del Genoa: lancia la sfida ai calciatori e alla società avanza subito una richiesta.

Andriy Shevchenko
Andriy Shevchenko (LaPresse)

E’ giornata di presentazioni a Genova. Dopo l’esonero di Ballardini, la società rossoblu ha deciso assegnare la panchina a Andriy Shevchenko, alla prima esperienza da allenatore di un club.

Per circa 5 anni, con tanto di qualificazione ad EURO 2020 e grande spedizione nella rassegna continentale, l’ex Pallone d’Oro ha dimostrato di poter proseguire la sua carriera nel calcio in altre vesti. Giacca e cravatta o tuta, anziché scarpini al piede. Ma la magia è assicurata ugualmente. E così, Shevchenko è diventato il nuovo allenatore del Genoa e quest’oggi, dopo aver già visto i ragazzi e svolto il primo allenamento, si è presentato in sala stampa e ha risposto alle prime domande. In particolare, ha voluto concentrarsi su un aspetto importante della rosa: la squadra va cambiata!

Leggi anche >>> Shevchenko al Genoa, coinvolto… Berlusconi: cosa ha fatto l’ex Premier

Shevchenko avvisa il Genoa: “A gennaio servono rinforzi”

La presentazione di Andriy Shevchenko
La presentazione di Andriy Shevchenko

L’ex attaccante del Milan è emozionato dall’idea di sedersi sulla panchina del Marassi: “Ho giocato una volta a Genova ed è stato molto difficile. Si gioca sempre contro 12 uomini perché ci sono anche i tifosi“.

Successivamente, il nuovo tecnico rossoblu ha voluto chiarire un aspetto importante, dopo aver visto tutti i giocatori della sua rosa. Shvechenko ha le idee chiare e la società dovrà accontentarlo: “Ho avuto contatti con la nuova proprietà del Genoa ed è stata una lunga chiacchierata. Questa squadra ha come obiettivo quello di salvarsi: deve giocare in Serie A anche il prossimo anno. La formazione va rinforzata, servirà fare un buon lavoro sul mercato“.

Insomma, non nasconde che ci sono dei limiti ben precisi che dovranno essere superati. A gennaio, quindi, è possibile che la dirigenza genoana possa intervenire e acquistare nuovi calciatori. Un modo anche per mettere sulla corda tutti i calciatori presenti attualmente nella rosa: nessuno è indispensabile.