Milan, Kalulu emoziona i tifosi: “Quando…”

Il difensore del Milan, Pierre Kalulu, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Star Casinò: leggi le due dichiarazioni

Pierre Kalulu è sicuramente una delle tante note positiva di questa stagione del Milan. Gli uomini di Pioli, contrariamente a tutti i pronostici, sono in piena lotta per lo Scudetto e fino alla fine del campionato proveranno a dire la loro.

Pierre Kalulu, difensore del Milan (Foto LaPresse)

Martedì, intanto, a San Siro andrà in scena il derby contro l’Inter valido per il ritorno della semifinale di Coppa Italia. Dopo il pareggio per 0-0 dell’andata, il match si preannuncia apertissimo e dall’esito tutt’altro che scontato.

In campo ci sarà Pierre Kalulu. Il jolly di Pioli sta disputando un’ottima stagione, dando anche modo di essere apprezzato per la sua duttilità. Il classe 2000, infatti, può agire in tutti i ruoli della difesa, sia come centrale che come terzino.

Milan, Kalulu racconta: “Quando ho saputo…”

Pierre Kalulu, difensore del Milan (Foto LaPresse)

Kalulu, nel corso dell’intervista, ha svelato alcuni dettagli inediti del suo arrivo al Milan. Queste, nello specifico, le sue parole: “Era un momento strano. Sapevo che c’erano grandi squadre interessate, poi ho visto il Milan, quando mi hanno chiamato Maldini e Massara ho capito che forse il sogno poteva diventare una realtà”. 

Il francese ha poi elogiato Pioli, definendolo come un allenatore capace di entrare in empatia con i propri calciatori: “Il mister è vicino a noi, è una persona che ti aiuta sull’aspetto personale. Quando arrivi al Milan e sei giovane ti aiuta molto, per me sarà sempre un allenatore diverso dagli altri perché lui mi ha fatto esordire è questo lo ricorderò per tutta la vita”. 

Il classe 2000, infine, ha raccontato di essere stato accolto alla grande da due calciatori in particolare: Kessie e Bennacer. Con Ismael ho parlato prima di arrivare al Milan, ma anche con Leao e Saelemakers ho legato tanto”.