Atletico Madrid, nessun tributo al Real campione di Spagna: il motivo fa discutere

Domani alle 21 si disputerà il derby della capitala spagnola tra Atletico e Real Madrid. Il tecnico dei Colchoneros, Simeone, in conferenza stampa ha annunciato che i suoi uomini non si esibiranno nella passerella d’onore per i rivali, freschi vincitori de La Liga 

Il derby di Madrid, così come tutte le stracittadine, non è mai un match banale e non lo sarà nemmeno domani, nonostante la già aritmetica vittoria de La Liga da parte degli uomini di Carlo Ancelotti. 

Atletico Madrid
Alaba e Luis Suarez nel derby d’andata tra Real e Atletico Madrid (Foto LaPresse)

L’Atletico di Simeone, invece, è  in piena lotta per un posto in Champions League e sono alla ricerca di punti per blindare il quarto posto dagli attacchi di Betis e Real Sociedad. 

Il tecnico dei Colchoneros, Simeone, ha annunciato come i suoi calciatori non tributeranno i rivali per la vittoria del campionato. La decisione del club ha spiazzato un po’ tutti in Spagna, aprendo dei dibattiti relativi ad una scarsa sportività dei Rojiblancos.

Atletico Madrid, Simone spiega: “La nostra decisione…”

Diego Pablo Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid (Foto LaPresse)

Simeone, in conferenza stampa di vigilia, ha spiegato nel dettaglio il motivo per il quale la sua squadra non renderà onore al Real Madrid. Queste, nello specifico, le sua parole: “Noi abbiamo grande rispetto per il Real, per i suoi giocatori e il suo allenatore. Congratulazioni per la vittoria del campionato ma noi abbiamo ancora più rispetto per la nostra gente. Per questo non ci esibiremo nel Pasillo de honor”. 

Il tecnico argentino ha poi parlato di questo rush finale di stagione che attende la sua squadra: “Ci attendono quattro grandi match, cercheremo di isolarci da tutto e pensare solo al risultato finale. Vogliamo vivere questo derby con entusiasmo per regalare una grande gioia ai nostri tifosi”.