Rebic in conferenza stampa. Il nuovo attaccante del Milan è stato presentato oggi davanti a una sala ricca di giornalisti. L’ex calciatore della Fiorentina è arrivato dall’Eintracht Francoforte per aiutare i rossoneri a tornare in Champions League.

Il croato ha parlato subito del derby contro l’Inter: “Faccio 26 anni in quel giorno e ovviamente per regalo voglio far vincere il Milan. Non so se segnerò o meno, ma voglio vincere”.

Su Boban e Maldini ha aggiunto: “Ho conosciuto la storia del Milan, con Boban non abbiamo parlato di molto perché sapevo che tipo di squadra è. Devo giocare bene e dare il massimo. Sono arrivato in Italia da giovanissimo, ma dopo l’esperienza a Francoforte sono cresciuto e posso far vedere cosa ho imparato”.

Rebic parla del suo passaggio al Milan

Sono un tipo combattivo, per me è una sfida giocare in questa squadra piena di giocatori importanti. Aspetto che questo ambiente mi faccia crescere, anche con la concorrenza“, ha dichiarato il calciatore croato. Rebic ha parlato anche di Giampaolo: “Non lo conoscevo, me ne avevano parlato tutti benissimo e ho potuto confermare dalle mie prime impressioni”.

Sul suo stile di gioco poi ha aggiunto: “All’Eintracht giocavo differentemente dal 4-3-3, facendo la seconda punta con Jovic. Ora dipenderà dall’allenatore e dalla sua tattica, mi adatterò. Il primo gol al Milan non l’ho ancora immaginato, ma quando succederà non sarò troppo entusiasta perchè ho un carattere molto freddo e passerà quasi inosservato per me”. Sulla sua seconda esperienza in Italia ha concluso: “Mi sento pronto per le sfide che mi aspettano qui. Sono cresciuto calcisticamente e umanamente“.