Roma, Fonseca: “Manterrò sempre i miei principi. Il Sassuolo merita attenzione”

Paulo Fonseca ha parlato in conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti. Il tecnico portoghese ha faticato durante le prime due gare di Serie A, ottenendo due pareggi con Genoa e Lazio. In casa contro i rossoblu è stato raggiunto per tre volte, mentre nel derby ha rischiato di uscire sconfitto in più di un’occasione, ma i legni colpiti dai biancocelesti lo hanno salvato. Contro si ritroverà il Sassuolo, che è riuscito a battere per 4-1 la Sampdoria, dopo la sconfitta patita dal Torino nella prima giornata di campionato.

Roma, Fonseca alla vigilia del match contro il Sassuolo

Il tecnico giallorosso ha iniziato parlando della condizione della squadra dopo la sosta Nazionale: “Abbiamo avuto tempo per lavorare, quindi saranno tutti a disposizione. Su Smalling ha aggiunto: “Ha subito un piccolo fastidio all’adduttore, nulla di grave, ma non volevamo correre rischi. Avremo una serie di partite intense e in accordo con lo staff abbiamo deciso di gestire così la situazione”. 

Sulle differenze rispetto alle prime due giornate di campionato, Fonseca ha affermato: “Ho visto la squadra migliorare giorno dopo giorno. Vedremo sicuramente qualcosa di diverso, ma non voglio svelare la nostra strategia rispetto alla gara di domani”. 

Il tema degli infortuni ha colpito la Roma, è il sesto per i giallorossi dall’inizio della stagione dopo i 50 della scorsa, in merito al problema Fonseca ha risposto: “Prima di tutto, non sono il tipo di persona che ama trovare scuse. Under ha avuto problemi con la Nazionale, non con la Roma. Per Pastore non è un problema muscolare, ha una storia passata di infortuni e noi dobbiamo gestire la situazione dei calciatori a rischio. Anche per Smalling non è un problema muscolare, abbiamo deciso di non correre rischi”.

Ha poi aggiunto: “I due casi che meritano maggiormente attenzione sono quelli di Perotti e Zappacosta, perchè il primo si è fatto male durante la rifinitura a palle ferme, mentre il secondo nel riscaldamento. Dovremo approfondire. Valuteremo anche l’aspetto psicologico e d’ansia. Sappiamo che in passato ci sono stati problemi, e insieme allo staff medico e ai preparatori stiamo lavorando per evitare che accada di nuovo. Non succede solo a noi, stiamo creando dei programmi per prevenire il più possibile. Stiamo gestendo con cautela”. 

Su Mkhitaryan ha detto: “So che vi ho abituato male perchè vi ho svelato chi gioca e chi no, ma oggi non lo farò. E’ un calciatore intelligente, pronto e a disposizione”. Per il Sassuolo ha aggiunto: “Non so se giocheranno con una difesa a 4. Contro la Lazio siamo stati passivi e non mi sono piaciuti i ragazzi”. Fonseca ha parlato anche del lavoro fino a ora svolto sulla squadra: Ho visto dei miglioramenti costanti, ho fiducia per la partita di domani”. 

De Zerbi lavora bene e con il suo lavoro di possesso palla merita la mia attenzione e i complimenti. Il campionato italiano ha delle caratteristiche molto specifiche a cui bisogna adattarsi. Non intendo arretrare su alcuni miei principi e per far questo ci dovrà essere un cambio di mentalità. La Roma non è ancora abituata”, ha concluso Fonseca.

Leggi anche -> Roma, ecco Mkhitaryan: “La Premier è il passato. La Serie A una grande occasione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *