Napoli-Cagliari, Ancelotti: “Non giudico le prestazioni dai risultati, abbiamo dato tutto”

Il Napoli contro il Cagliari le cose migliori le fa tutte nel secondo tempo, due pali colpiti da Mertens, tante azioni interessanti ma purtroppo per Ancelotti i partenopei non vanno oltre lo 0-0 per gran parte della gara contro il Cagliari al San Paolo. Nemmeno l’ingresso di Llorente è riuscito a cambiare l’inerzia del match. Sembrava indirizzata verso il pari, ma nel finale il colpo di Castro si è rivelato letale.

Napoli-Cagliari, Ancelotti: “Non giudico le prestazioni dai risultati”

Il Napoli si arrende contro il Cagliari
Il Napoli soffre e spreca al San Paolo contro il Cagliari (Getty Images)

I sardi fanno il colpaccio in casa partenopea, riuscendo a vincere in extremis per una rete a zero. Il tecnico partenopeo non può essere soddisfatto per quest’inattesa frenata nel turno infrasettimanale, mentre Inter e Juventus conquistano la vittoria. Le sue parole nel post gara:

C’è rammarico per questa sconfitta data la mole di occasioni create?

“È vero siamo dispiaciuti per il risultato, abbiamo giocato bene ma non concretizzato quanto creato. Due pali, tanto rammarico. Nel primo tempo è normale che c’erano più energie, abbiamo fatto buone cose con Insigne e Lozano. Prima parte più equilibrio, poi supremazia noi. Peccato”.

È stata una partita poco intensa, quasi come un’amichevole…

“Non è che se tieni i terzini bassi l’ammucchiata non c’è. Quando la difesa è chiusa le palle filtranti fai fatica a metterle. Dovresti chiedere a Maran se l’intensità era pari a quella di una amichevole. Secondo me no, abbiamo combattuto per novanta minuti”.

Qualche errore in fase difensiva?

“Errori in linea difensiva, ma non voglio sminuire la prestazione del Napoli. Si può sempre far meglio, ma non si giudicano le prestazioni solo dai risultati. Questo gioco non lo faccio”.

La preoccupa questa classifica? E il rosso a Koulibaly?

“La classifica piange, bisogna trovare la critica per forza e dico questo, ma in realtà non sono preoccupato. È abbastanza paradossale aver ricevuto un’ammonizione e un’espulsione diretta quando è stato più tosto il Cagliari”.

Leggi anche –> Napoli, Ancelotti: “Pronti per lo scudetto. Icardi, ha deciso lui. Llorente, ottimo”