Juventus-Bayer Leverkusen, Sarri: “Squadra in crescita. Bernardeschi? Determinante”

Vittoria in Champions League per Sarri
Vittoria casalinga per la Juventus di Sarri nel martedì di Champions (Getty Images)

La Juventus di Sarri vince nella prima partita casalinga di Champions League, di fronte il Bayer Leverkusen. Il risultato è un rotondo tre a zero, con Higuain ancora una volta decisivo seguito da Ronaldo e Bernardeschi. Un successo maturato nel corso dei novanta minuti in cui abbiamo assistito a una manovra bianconera piuttosto ordinata e ragionata: primo tempo non entusiasmante, seconda frazione determinate per consolidare la superiorità. Una “Vecchia Signora” meno arrembante ma pur sempre determinata nei momenti importanti. Il commento di Sarri nel post partita:

Bernardeschi trequartista?

“Mi era piaciuto in allenamento. Questi avversari lasciano spazi uscendo dal pressing e la gamba di Bernardeschi ci poteva tornare utile. Poi dovevo far riposare Ramsey”.

Che avversario ha trovato stasera?

“Loro hanno un gran possesso palla, squadra non facile. Primo tempo ci ha tolto energia, ma nel secondo tempo sono calati e siamo usciti bene noi. Quindi tre punti guadagnati e guardiamo avanti con fiducia”.

Juventus-Bayer Leverkusen, Sarri: “Loro nel primo tempo ci hanno tolto energia, poi sono calati e siam venuti fuori al meglio”

La difesa è sembrata in netto miglioramento stasera…

“Abbiamo dei giocatori in crescita, De Ligt sta crescendo bene. Si sono mossi meglio tutti, con avversari così difficili possiamo solo essere soddisfatti. Possiamo ancora far meglio, ma stasera nulla da eccepire, li abbiamo contenuti bene, per quanto possibile”.

Cuadrado?

“Sta facendo le giuste incursioni. È stato ordinato, mai scomposto. Deve solo migliorare la fase difensiva individuale, sta un po’ troppo per terra delle volte e prende qualche giallo che potrebbe evitarsi ma sta lavorando al meglio. Allenandosi con Barzagli migliorerà anche su questi ultimi aspetti”. 

Come mai ha reagito male all’idea di vedere Higuain, Dybala e Ronaldo insieme?

“Non ero polemico e non ho reagito male, era una risposta che ho dato ad un giornalista che me l’ha chiesto. Ho detto solo che devo pensare alla squadra in base alla solidità e all’equilibrio da trovare, non posso assecondare le fantasie da bar. Quindi non li rischio per ora tutti insieme, ma se dovesse rivelarsi utile in futuro perché no. Ragiono un passo per volta”.

Leggi anche –> Juventus-Bayer Leverkusen 3-0: Higuain gol e assist, Cristiano Ronaldo la chiude